Il volume, edito da SKIRA, racconta la filosofia della tecnica degli edifici che hanno cambiato lo skyline delle nostre città

Anche gli edifici hanno un’anima. Sono composti da strutture spesso invisibili, che appaiono solo per il lasso di tempo in cui i cantieri sono in fermento, per poi celarsi dietro facciate ricoperte di vetri scintillanti.

La dimensione intima di edifici, ponti, torri... è il lavoro quotidiano di una categoria di professionisti dal nome poco familiare: ingegneri strutturisti. Uomini e donne che per mestiere devono rendere possibili - e sicure - le costruzioni, siano esse opere infrastrutturali o visioni di architetti.

In questo ambito l’Italia può vantare una grande tradizione di Ingegneria di eccellenza ed una storia di valore con Redesco, che ha firmato le strutture di alcuni tra gli edifici simbolo della storia recente di Milano.

Il libro - edito da Skira, a cura di Luca Molinari e Anja Visini - presenta due grandi progetti italiani: la Torre Generali a Milano, opera di Zaha Hadid Architects, e la nuova sede BNL a Roma, di 5+1 AA; oltre a una serie di scritti teorici e un regesto di altre opere.

Fondata nel 1975, Redesco (Research-Design-Consulting) rappresenta un’eccellenza nell’ambito dell’ingegneria strutturale, capace di innovare, sperimentare e realizzare tanto infrastrutture quanto architetture complesse.

Expo Gate, di Alessandro Scandurra - Milano

Torre di controllo, di Bruce Fairbanks - GOP, Madrid - Aeroporto di Barcellona

Ponte San Giuliano - Venezia

Architettura. Monografie

Strutture complesse, libero pensiero

Teoria e progetti di Redesco Structural Engineering

a cura di Luca Molinari e Anja Visini

2017, edizione bilingue (italiano-inglese)

€ 34,00

 Versione stampabile




Torna