Dal 23 al 27 ottobre Milano, in fieramilano a Rho, si è svolta HostMilano2015, la manifestazione leader mondiale nell’Equipment, Coffee and Food.

Nel corso della prima giornata si è svolto il convegno inaugurale, dedicato ai temi, di grande attualità, della “Tutela della proprietà industriale, internazionalizzazione delle imprese e crescita economica”.

Dei quasi 2.000 espositori registrati, il 37% sono esteri da 47 Paesi. E’ stato occupato tutto il piano terra del quartiere fieristico: 14 padiglioni, due in più rispetto alla scorsa edizione.

I Paesi leader nella produzione di food service presenti ad HostMilano sono stati l’Italia, la Germania, la Francia, la Spagna, gli USA. Buona anche la presenza di Svizzera, Paesi Bassi, Regno Unito, Austria e Portogallo.

Fiera Milano, con la sua strategia di forte internazionalizzazione - ha commentato Corrado Peraboni, Amministratore Delegato di Fiera Milano Spa - favorisce e accompagna la ripresa di settori che rappresentano altrettante eccellenze italiane nel mondo. E fa da catalizzatore per le imprese estere, sempre più presenti nelle nostre manifestazioni. HostMilano presidia comparti dove il Made in Italy è riferimento globale, attraendo aziende da tutto il mondo: è una punta di diamante di questa strategia e i record di questa edizione ci spronano a continuare su questo percorso. Non solo come facilitatore di business, ma anche come luogo di confronto che detta le tendenze nell’innovazione e nello stile, oltre che come osservatorio sui mercati e i trend di domani.

Gli espositori hanno incontrato, oltre alle migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, anche 1.500 top buyer da 60 Paesi, attentamente selezionati dal team HostMilano in collaborazione con ITA - Italian Trade Agency, tra i decisori con maggiore capacità di spesa dei mercati ad alto potenziale. Per l’edizione 2015, gli incontri di business tra espositori e operatori prenotati attraverso la piattaforma EMP - Expo Matching Program hanno raggiunto il record di 41.500.

In questa crescente proiezione internazionale - ha aggiunto Peraboni - si è rivelata vincente la collaborazione con ITA, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che ci ha permesso di realizzare uno scouting ancora più efficace, specie nelle economie più dinamiche, valorizzando la lunga esperienza e la conoscenza dei mercati dell’Agenzia.

Macchine super sofisticate, format innovativi, design d’avanguardia e momenti lifestyle, insieme con una food and coffee experience senza confronti, hanno fatto di Host2015 il trendsetter per eccellenza dell’ospitalità professionale mondiale: i 5 giorni di manifestazione sono così stati il top di un processo che HostMilano porta avanti analizzando tutto l’anno i mercati, producendo osservatori veicolati attraverso i media di settore e anticipando le tendenze più interessanti da tutto il pianeta, anche grazie al network degli Host Ambassador, 16 top blogger internazionali pronti a cogliere “sul campo” i trend più promettenti.

Tra le tante novità di quest’anno segnaliamo nell’area Ristorazione Professionale - Pane-Pasta-Pizza il focus su due nicchie in forte crescita come Laundry e Refrigerazione; in sinergia con Caffè - Tea - Gelato - Pasticceria, l’area Bar e Macchine per Caffè ha aggregato, quest’anno, anche il Vending; è stata altresì ampliata e rinnovata l’area riservata ad Arredo e Tavola.

Espositori e visitatori hanno potuto scegliere fra oltre 400 eventi come workshop, seminari, degustazioni, show-cooking, mostre e competizioni.

Di particolare rilievo sono stati infine i due prestigiosi award istituiti da HostMilano e Fiera Milano in collaborazione con POLI.design e con il patrocinio di ADI - Associazione per il Disegno Industriale: HOSThinking, dedicato ai format innovativi per l’ospitalità di domani, e Smart Label, riconoscimento per i prodotti e servizi più sostenibili.

Info: www.host.fieramilano.it

 Versione stampabile




Torna