Verdeggiante, spettacolare, ispiratrice, storica, regale, remota … sono solo alcuni degli aggettivi che connotano le più celebri isole d’Irlanda, ognuna con le sue particolarità e tradizione da scoprire, ma tutte accomunate dall’accoglienza unica e calorosa degli irlandesi.

Raggiungerle è facile con i voli diretti Aer Lingus, la compagnia aerea irlandese a 4 Stelle, che, dal 1936, collega l’Irlanda con il mondo. La compagnia parte da 9 aeroporti italiani. Sul sito della compagnia, www.aerlingus.com, è possibile acquistare il proprio volo e scoprire anche le migliori promozioni. Attualmente la compagnia offre voli a partire da 44,99 euro per volare in Irlanda tra il 21 agosto e il 30 settembre 2018. Aer Lingus offre voli annuali e stagionali dall’Italia con le tariffe più economiche per raggiungere non solo la città irlandese di Dublino, ma anche le città americane di New York, Boston, Chicago, Los Angeles, Miami, Hartford, Seattle e la città canadese di Toronto.

Visitare le isole irlandesi è come avventurarsi ai confini del mondo dove lo stretto contatto con la natura e le accoglienti comunità locali rendono l'esperienza ancora più speciale.

Le Isole Aran (Inishmor, Inishman e Inisheer), situate nella Contea di Galway lungo la Wild Atlantic Way, con le loro distese verdi e infiniti muretti in pietra sono le più famose d'Irlanda. Il modo migliore per visitare ogni punto delle isole con le loro rovine medievali e le botteghe degli artigiani è sicuramente noleggiare una bicicletta.

Valentia Island, situata nella Contea di Kerry, nota per essere stata il terminale orientale della prima connessione telegrafica transatlantica installata nel 1857 e che ha operato fino 1966, offre la visita alla Glanleam House, conosciuta per i suoi giardini sub-tropicali voluti da Sir Peter George Fitzgerald a partire dal 1830, una grotta con una statua della Madonna e l'Heritage Centre che racconta il patrimonio geologico, umano, naturale, industriale e storico dell'isola, con la stazione telegrafica, la stazione radio marittima e la Lifeboat (scialuppa di salvataggio) RNLI.

Per chi è alla ricerca di resti storici, Dursey Island, con le sue rovine di una chiesa che si dice sia stata fondata dai monaci di Skellig Michael, un’antica torre di segnalazione di epoca napoleonica e un castello costruito da O’Sullivan Beara, è il posto davvero giusto! L'Isola più occidentale delle isole abitate della contea di Cork e uno dei punti d’interesse principali della Wild Atlantic Way, è raggiungibile unicamente tramite la Dursey Island Cable Car, l’unica funivia d’Irlanda.

Se l'itinerario scelto contempla la costa del Donegal, una tappa presso Tory Island, è irrinunciabile per via della sua piccola comunità di 200 anime e la calda accoglienza del suo re che riveste il ruolo di ambasciatore e, sebbene non abbia poteri formali, agisce anche da portavoce per la comunità.

Info: www.irlanda.com

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
 Versione stampabile




Torna