La Cavalcata di San Leonardo: 16° incontro con la tradizione ladina

Tradizione, suoni e sapori per la suggestiva cavalcata, in programma per domenica 9 novembre nella pittoresca località di San Leonardo in Badia.

E’ la sedicesima edizione del “Rait da San Linert dles valades ladines”, la cavalcata di S.Leonardo delle vallate ladine dolomitiche.Al tradizionale appuntamento autunnale partecipa un consistente numero di cavalli di razza haflinger e norica, provenienti dalla Val Badia, nonché dalle valli ladine limitrofe. Lo scopo principale della manifestazione è quello di dare la benedizione ai cavalli e ai loro allevatori. Dopo la S. Messa solenne, celebrata nella chiesa parrocchiale di San Leonardo, alle 10.45 si svolgerà la sfilata, condotta dal carro del santo patrono, seguito dal decano a cavallo, dalla corona di fiori, dall’emblema della banda musicale e dal carro con i prodotti derivanti dal raccolto, che verranno venduti al termine del corteo.Non mancheranno i costumi tradizionali della Val Badia e delle vallate limitrofe, che si sfoggiano in occasione delle grandi feste e svariate carrozze e carri in rappresentanza dei vari sodalizi. Dopodiché ci sarà il momento più atteso della giornata: la benedizione degli animali e dei contadini ed allevatori. Un momento particolare della giornata sarà la rappresentazione “Cavalli e musica”.

La Banda musicale di Badia studierà e suonerà dei pezzi musicali che si prestano e si accompagnano alle varie andature del cavallo: passo, trotto, galoppo, dressage. Durante il tradizionale “törggelen”, il rito della castagnata, accompagnato da un buon bicchiere di vino dell’Alto Adige, verranno proposte anche specialità gastronomiche ladine, da parte dei Vigili del Fuoco del paese e dai contadini di Badia.E il giorno precedente il Consorzio Turistico Alta Badia propone un’escursione con accompagnatore al maso Runch, sopra l’abitato di Badia, per scoprire l’evento dietro le quinte www.altabadia.org

Corvatsch, nuove piste e itinerari per ciaspoleIl divertimento nella località svizzera non finisce mai e inizia presto, il 22 novembre

Gli appassionati del grande sci hanno iniziato il conto alla rovescia: sta infatti per aprire la stagione sciistica al Corvatsch, la montagna che sovrasta il villaggio di Silvaplana presso St. Moritz, con 120 km di piste, 15 impianti e 10 ristoranti di montagna. Una meta irrinunciabile per chi cerca la neve migliore e i grandi dislivelli. Una stagione ricca di novità per tutti, non solo gli sciatori.Tra le novità una nuova pistaLa discesa del Corvatsch, raggiungibile con due funivie hi-tech che depositano in pochi minuti gli sciatori a quota 3.303 metri (la più alta delle Alpi Orientali servita da un impianto di risalita), è una delle più belle delle Alpi.

Prima un muro ripido ma larghissimo dove sembra di essere sul tetto del mondo, con impareggiabile panorama sul gruppo del Bernina, poi un interminabile ‘toboga’ tra muretti, stradine e tratti di scorrimento in un paesaggio di alta montagna unico al mondo. Da quest’anno chi ama questi pendii potrà scegliere anche una nuova pista, una variante che scivolerà sulle nevi eterne del Corvatsch, la Georgi-Run. E c’è anche un nuovo itinerario con le ciaspole: da quest’anno è possibile provare il Peak Trail, escursione d’alta quota che richiede un buon allenamento e parte dalla stazione a monte del Furtschellas, a quota 2.800, per scendere all’Ustaria Rabgiusa e rientrare alla stazione intermedia.www.svizzera.it

Allo Tschuggen Grand Hotel l’evento esclusivo, “Private Mountain”

Il 28 novembre lo Tschuggen Grand Hotel apre la stagione sciistica con un evento esclusivo, “Private Mountain”. L’area sciistica di Arosa intorno all’ Aroser Weisshorn sarà ‘il regno’ dei soli clienti dell’hotel 5 stelle. E quest’anno tutti i partecipanti saranno invitati a un party di chiusura a 2650 mt d’altezza, mentre durante il giorno lo staff dello Tschuggen Grand Hotel farà in modo che i suoi ospiti vivano una giornata di sci memorabile.

Lo Tschuggen Express, la cabinovia su rotaia privata dell’hotel, porterà gli ospiti sulle pisteda sci del comprensorio di Arosa che saranno aperte esclusivamente per gli ospiti dell’hotel per l’intera giornata del 28 novembre. Come inizio della giornata sciistica, un maggiordomo dell’hotel sarà all’arrivo della stazione per dare il benvenuto agli appassionati di sci e snowbording che arriveranno ad Arosa per l’evento. Oltre a divertirsi sulle discese innevate appena battute, gli ospiti avranno l’opportunità di prendere parte alla gara sciistica Parmigiani Private Mountain o di sfrecciare sulle piste con snow bike e slitte.

All’ora di pranzo verranno servite specialità regionali con accompagnamento di musica tradizionale.

Chi poi cerca un’atmosfera vivace per il dopo sci non sarà deluso: allo Sternenbar, nellastazione intermedia, ci sarà un DJ set per dare a tutti la possibilità di sentirsi in un climafestoso. La giornata si concluderà quindi con un gala dinner seguito da un party di chiusura all’insegna di “Fuoco e ghiaccio”, che si terrà per la prima volta al ristorante in cima al Weisshorn a 2650 metri di altezza, con vista spettacolare a 360°.www.tschuggenhotelgroup.ch

Bergschlössl : vacanza principesca a Castello Stile alpino e atmosfera raffinata: è l’Hotel Bergschlössl di Luson (BZ), gioiello a 1000 metri di altezza incoronato dalle Dolomiti Una struttura che è cresciuta nel tempo, proprio come la splendida famiglia Hinteregger a cui fa capo: otto figli e due magnifici genitori che gestiscono l’Hotel Bergschlössl di Luson (BZ). Erich e Ulrike accolgono gli ospiti come a casa propria, solo che la casa è.. un castello! Una giornata all’Hotel Bergschlössl non è mai uguale all’altra, e ogni momento si ammanta di un significato speciale. Qui tutto è pensato secondo il principio dell’armonia, prendendo spunto dalle catena montuosa più bella del mondo, le Dolomiti, che fanno da sfondo all’albergo.

La vacanza diventa una vera esperienza multisensoriale: l’arte e la musica hanno un significato speciale per la famiglia Hinteregger, e gli ospiti sono invitati a condividerle, attraverso sessioni musicali e corsi di pittura. Ogni settore del Bergschlössl è “intonato” a tutto l’insieme, dalle 51 romantiche camere e suite affacciate sui monti (ci sono anche vere e proprie stanze “da re” con letti tondi, e un magnifico appartamento nella torre dotato di sauna e jacuzzi private) al centro wellness che offre una vastissima scelta di saune, bagno turco e trattamenti personalizzati. La cifra distintiva del resort è la combinazione tra aspetti della cultura alpina e idee contemporanee.

Ma l’aspetto assolutamente “imperiale” è senza dubbio l’ambiente. La valle di Luson si snoda per chilometri tra prati e boschi: dai vigneti e meleti di Bressanone all’altopiano ai piedi delle Dolomiti dove si trovano il paesino di Luson e il Bergschlössl, con vista sul massiccio Sass Putia.www.bergschloessl.com

Airbnb per turisti estrosi: dormire in una scuola

Airbnb - il portale per la condivisione e la prenotazione online di case, ville, appartamenti e alloggi unici in tutto il mondo - vuole offrire a tutti la possibilità di tornare a vivere l’emozione del primo giorno di scuola e, perché no, della prima notte.

Ecco alcune ex scuole che sono state riadattate dai proprietari per accogliere ospiti da tutto il mondo. Si tratta di appartamenti dotati di ogni confort ma che conservano intatto il fascino di un tempo. Si può scegliere un caratteristico edificio scolastico del 1927, situato nei pressi di un bellissimo parco e a soli 5 minuti dal centro di Groningen, che può accogliere fino a 10 persone. Benvenuti nella casa scuola numero 9, il luogo ideale per un soggiorno con amici ma anche per un weekend rilassante sul lago. Una bellissima scuola sul lago Balsam, a un’ora e mezzo da Toronto.Oppure un incredibile edificio scolastico d’epoca situato nel centro di Enkhuizen, una città olandese ricca di interessanti attrattive e in cui è possibile spostarsi comodamente in bicicletta.www.airbnb.it

Franca Dell’Arciprete

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
 Versione stampabile




Torna