Trasformazioni del fumetto contemporaneo

Fumetto International

  Cultura e Spettacoli  

Dopo aver ospitato alcune occasioni straordinarie di confronto tra l’arte contemporanea e culture pop (le mostre su Andy Warhol e Keith Haring, la recentissima Beautiful Losers), dal 18 maggio al 3 settembre 2006, la Triennale di Milano presenta Fumetto International, la prima esposizione in Italia che indaga in modo sistematico le tendenze, gli autori, i generi e i formati del fumetto contemporaneo internazionale, a partire dalle grandi svolte degli anni Ottanta.

L’esposizione, curata da Fausto Colombo e Matteo Stefanelli, offre un confronto a tutto campo con le trasformazioni profonde che hanno investito il linguaggio e le forme editoriali di questo medium antico, e oggi completamente nuovo.

L’allestimento offre un’ampia selezione di materiali che compongono l’universo dei comics: tavole originali, libri, albi e riproduzioni di sequenze di storie, fino a video, action figures, dvd e web-comics.

La mostra č inoltre arricchita dalla presenza di una vasta sezione – una Fumettoteca Ideale – che permette di osservare e consultare centinaia fra volumi e opere di primissimo piano all’interno della scena contemporanea, alcune delle quali mai apparse sul mercato italiano.

Nei primi due mesi la mostra ospita un’ampia gamma di incontri, presentazioni pubbliche e occasioni di approfondimento volti a stimolare il dialogo fra artisti, protagonisti e pubblici del fumetto e della cultura visiva italiana. Tra gli autori presenti: Gipi, trionfatore al Festival Internazionale di Angouleme 2006; Paul Karasik, co-autore del premiato bestseller Cittŕ di Vetro (dal romanzo di Paul Auster), Barbucci&Canepa, apripista della nuova estetica post-manga. E inoltre: Davide Toffolo, Igort, Giuseppe Palumbo, Baru, il collettivo “Canicola”, Alfredo Castelli, Gabriella Giandelli e molti altri (aggiornamenti sul programma saranno disponibili su: www.triennale.it).

L’esposizione č articolata in due grandi aree tematiche: Graphic Novel Art, sulla ricerca artistica e le innovazioni editoriali che hanno dato vita al boom del “romanzo grafico” contemporaneo, e Asian Wave, sull’ibridazione culturale che ha accompagnato la diffusione del manga e la sua metabolizzazione in Occidente.

In Graphic Novel Art sono presenti autori stranieri che hanno ridefinito i confini tra i generi come gli Hernandez Bros o Dave McKean, narratori italiani di rilevanza internazionale come Gipi e Francesca Ghermandi, e tavole originali o intere sequenze da opere come Cronaca del Grande Male di David B., Diario di Fabrice Néaud e Pasolini di Davide Toffolo.

Asian Wave mette a confronto autori giapponesi come Jiro Taniguchi, Ebine Yamaji e Junko Mizuno con gli approcci piů pop di Barbucci&Canepa o Humberto Ramos, senza dimenticare le opere di autori di graphic novel molto attenti all’incontro fra le culture fumettistiche occidentale e orientale, come il Frédéric Boilet de Lo spinacio di Yukiko, il Paul Pope di Heavy Liquid, e il Baru di L’autostrada del sole.

Lungo il percorso sono collocate quattro “isole-box” pensate come piccole sezioni monografiche.

Ogni box č dedicato a un fumettista particolarmente rappresentativo, indagato attraverso tavole originali, schizzi, riproduzioni, bacheche con libri e in alcuni casi oggetti: Igort (Italia), Joann Sfar (Francia), Jiro Taniguchi (Giappone), Chris Ware (Stati Uniti). In apertura, infine, saranno presenti alcune opere in carta pieghettata dell’artista Stefano Arienti, tra cui le celebri Turbine e Cassetto con strisce. In chiusura, un’esplorazione dei differenti disegni e materiali di lavoro realizzati appositamente da Paolo Bacilieri per l’affiche della mostra: uno sconfinamento tra tecniche antiche e digitali a partire dal disegno su carta.

La Triennale di Milano, in collaborazione con Edizioni Zero e con Kappa Edizioni, ha indetto il concorso Fumetto International > Talent Award, destinato ai giovani autori italiani di fumetto. Per modalitŕ di partecipazione: www.triennale.it; indirizzo e-mail fumetto.international@triennale.it.

I vincitori saranno resi pubblici il 28 giugno in occasione di una serata organizzata in collaborazione con il magazine Zero, e saranno pubblicati sullo speciale “Stile/Fumetto”, edito da Edizioni Zero, nel mese di giugno 2006 e sulla rivista Mondo Naif, edita da Kappa Edizioni, nel numero dell’autunno 2006.

Giovanni Scotti

 Versione stampabile




Torna