Venezia: Gusto in Scena 2019

22/03/2019

Domenica 24 e lunedì 25 marzo, a Venezia, presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, in San Polo 2454, si svolgerà la XI edizione di Gusto in Scena, ideato e curato da Lucia e Marcello Coronini

Dopo 10 anni, quest’anno Gusto in Scena si rinnova, presentando una grande novità: nasce, infatti, Oltre la cucina: Il primo Congresso sul Prodotto di Qualità.

I Produttori saranno i protagonisti di questa edizione: l'attenzione, infatti, si sposta da chef e pasticceri al Prodotto di Qualità, che ha in sé quei sapori che non necessitano di correttivi o di coperture. I Produttori saliranno sul palco per raccontare cosa rende unico il loro prodotto.

Questi alcuni momenti del programma di domenica 24 marzo 2019

Ore 11,50 Lucia e Marcello Coronini autori di “Mangiare con Gusto e Vivere 100 anni” parlano de La Cucina del Senza e di come ingannare il cervello in modo che non cerchi il gusto del sale.

Ore 12,30 Un nuovo modo di realizzare la canditura degli agrumi. Giorgio Castriota racconta della sua ultima creazione: canditi senza zucchero in superficie e il minimo indispensabile all'interno.

Ore 13,00 -15,00 PAUSA GUSTOSA Assaggi di risotto al Piave Selezione Oro e Fiore della Salute a cura di Loris Indri, chef del ristorante Do’Leoni - Hotel Londra Palace di Venezia.

Ore 15,00 Dialoghi sul vino tra Marcello Coronini e Bruno Vespa, da tre anni presente a Gusto in Scena con la sua cantina.

Ore 15,40 Dialogo tra Marcello Coronini e Daniela Stigliano, giornalista e responsabile iniziative speciali Rizzoli. Si parla della nuova rubrica di Sano e Leggero “Vini di mare, montagna, pianura e collina”, classificazione tutelata da un brevetto europeo.

Ore 16,10 Marcella de' Besi racconta il Tai, le caratteristiche dei Colli Berici e la qualità dei vini prodotti.

Ore 16,30 Sergio Ciriaco presenta il suo zafferano: come esaltare profumo, sapore e colore con una semplice antica tecnica e ottenere un risultato eccellente.

Ore 17,00 Laura Solinas presenta un Fagiolo che non pare un fagiolo. Cresciuto in modo tradizionale senza chimica aggiunta, in cucina regala più gusto e salute a raffinati piatti dolci e salati pur senza l’aggiunta di sale-grassi-zucchero, è Presidio Slow Food.

Ore 17,30 Elisa Mapelli, vice presidente della cooperativa sociale “In Opera”, presenta il progetto che ha come obiettivo il reinserimento delle persone detenute nel carcere omonimo attraverso una formazione professionale e un’educazione al lavoro. Sono presenti con i loro prodotti da forno.

Questi alcuni dei momenti previsti dal programma di lunedì 25 marzo 2019:

Ore 11,30 Arnalda Venier, titolare di un piccolo allevamento di trote, racconta come si ottiene un pesce di alta qualità allevandolo in vasca nel rispetto del territorio.

Ore 12,00 Storie di famiglia: quando un imprenditore novantenne guarda con ammirazione la nipote Stefania Zorzettig che compie un importante restyling aziendale.

Ore 12,30 Guido Nisi e Claudio Stefani Giusti della più antica casa produttrice di Aceto Balsamico di Modena parlano del suo utilizzo dal 1700 a oggi.

Ore 13,30 -15,00 PAUSA GUSTOSA: Assaggi di risotto con il radicchio rosso di Treviso IGP e Morlacco, a cura di Domenico Longo, chef del Relais Monaco Country Hotel & Spa di Ponzano Veneto.

Ore 15,00 Il nuovo presidente della FISAR Luigi Terzago parla del ruolo dell’Associazione nel diffondere la cultura del Prodotto di Qualità.

Ore 15,30 Dominga e Enrica Cotarella: l'esempio di una cantina al femminile, storie di famiglia e imprenditoria tra vino e scuola di formazione.

Ore 16,00 Dialogando con Franco Zanovello, Presidente del Biodistretto Colli Euganei. Un territorio di origine vulcanica, il primo Biodistretto in Italia nel quale si produce in modo naturale.

Ore 16,30 Il carnaroli è tutto vero? Ne parla Luigi Ferraris noto produttore di riso che, negli ultimi anni di Gusto in Scena, ha offerto il suo prodotto in assaggio a tutti.

Info, programma completo, modalità di partecipazione: www.gustoinscena.it