La Sicilia, nostra continua fonte di ispirazione, questa volta mostra un nuovo volto, forse non proprio usuale, quello delle tessiture a quadri, le stesse che indossavano i nostri nonni (uomini e donne) quando lavoravano in campagna ed erano a contatto diretto con la terra e con i ritmi della natura.

Il madras era molto richiesto nei decenni precedenti a questo, nel secolo scorso, e rappresentava molto bene il popolo dei contadini e di coloro che avevano scelto la terra come sfida da curare e potenziare e rendere viva e fertile grazie al proprio quotidiano, fatto di sacrifici, fatica e piccole continue soddisfazioni raccolte con i frutti del proprio lavoro giornaliero. Essi utilizzavano e si distinguevano proprio perché, oltre agli abiti, mettevano grembiuli, copricapi, fazzoletti da collo, scialli, tutto rigorosamente a quadri. La nuova capsule di Long shirt si compone di 10 modelli differenti e di altrettante tonalità ed utilizza interamente il tipico tartan di pura lana tanto amato pure dai popoli anglosassoni.

La morbidezza, il calore della lana, la fluidità e le nuove lunghezze caratterizzano abiti che possono essere indossati in tutto l’arco della giornata e che si prestano a mille soluzioni di look differente. Sembrano quasi robe-mantoux e, come tali, possono prendere anche il posto degli spolverini ed essere utilizzati in sovrapposizione ad altri capi oppure divenire capo unico, basico ma avente comunque una forte identità.

 Versione stampabile




Torna