Mano a mano che si avanza con gli anni, le attività quotidiane e sportive risultano sempre più difficoltose e stancanti e si avverte, con dispiacere, un graduale allontanamento dall’immagine attiva di sé di quando si era giovani. Con l’invecchiamento, infatti, si osserva una fisiologica e progressiva diminuzione della massa muscolare, che inizia già dai 30 anni, con una degenerazione che va dal 2 al 7% per decennio. A partire dai 50 anni, poi, questo processo subisce un forte incremento, portando a una progressiva perdita di massa in valori tra l’1 e il 2% per anno, fino al raggiungimento potenziale, dopo i 60 anni di età, di una diminuzione del 30% per decennio, che si traduce anche con affaticamento più marcato e perdita di forza e vitalità, in quanto i muscoli sono meno efficienti a resistere agli sforzi. L’entità di questa degenerazione varia da persona a persona e dipende, comunque, anche da molti fattori quali malattie correlate, stile di vita, attività fisica e, soprattutto, una corretta alimentazione. La perdita di tono delle fibre muscolari nella popolazione senior, infatti, viene spiegata principalmente con l’alterazione, durante l’invecchiamento, della sintesi delle proteine del muscolo. Un corretto apporto in termini quantitativi e qualitativi di proteine, ricche di aminoacidi, oltre a vitamine, sali minerali e uno stile di vita attivo, costituirebbe, dunque, la soluzione ideale a questo problema, in quanto consentirebbe il mantenimento della propria massa muscolare e il conseguente ritrovamento di forza e vitalità. I Livelli di assunzione di riferimento per la popolazione italiana (LARN), della Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), 2014, indicano un apporto proteico giornaliero necessario agli over 65 di 1,1g di proteine/kg corporeo.

Secondo i dati del Ministero della Salute, circa il 10% della popolazione senior, però, soffre di una malnutrizione qualitativa (dieta carente di proteine, vitamine, minerali come calcio, antiossidanti etc.) a causa di fattori quali: Inappetenza - Difficoltà riscontrate nella preparazione di alcuni cibi - Costo elevato di determinati alimenti - Difficoltà di masticazione - Difficoltà di deglutizione - Difficoltà digestive - Solitudine, depressione.

Il deficit proteico delle persone avanti con gli anni potrebbe anche più semplicemente derivare, però, da un sottovalutare/avere poca percezione del problema o dalla difficoltà a mantenere un livello di integrazione alimentare corretto, a causa della poca appetibilità degli attuali prodotti sul mercato.

A tal proposito, LB LYOpharm ha sviluppato NutraLYO, una linea di prodotti ideata per rispondere, in termini di efficacia e di gusto, alle specifiche esigenze nutrizionali e alimentari della popolazione adulta senior che soffre di malnutrizione qualitativa, denuncia affaticamento e stanchezza o semplicemente vuole restare vivace e attiva, mantenendo il proprio stile di vita.

Viene dall’Alto Adige, NutraLYO, l’innovativa gamma di integratori alimentari liofilizzati, ad alto contenuto proteico, con vitamine e sali minerali, espressamente pensata per un uso quotidiano che integri la dieta del consumatore senza modificarne le abitudini alimentari. L’obiettivo è rappresentare uno step evolutivo rispetto agli attuali integratori proteici in commercio, associando, in un solo prodotto, l’efficacia del supporto integrativo a valori dell’alimentazione come il gusto e la naturalità dell’alimento.

NutraLYO permette a tutti coloro che vanno incontro all’avanzare degli anni di recuperare forza e vitalità senza dover per questo rinunciare al sapore degli ingredienti originali (verdura, frutta, yogurt), che vengono uniti a proteine, vitamine e sali minerali.

La linea NutraLYO contiene ProLYOtin, proteine di siero di latte 100% italiano, non idrolizzate, altamente purificate, con un alto valore biologico (VB 120-130 rispetto al 90 delle proteine del latte) e senza caseina che la differenziano in termini di efficacia rispetto alle attuali proposte sul mercato che hanno formule proteiche basate su proteine di latte e/o di soia. ProLYOtin conferisce a NutraLYO un’alta qualità e digeribilità, con un eccellente valore nutrizionale. Totalmente inodore e insapore, presenta un contenuto in lattosio <2%.

Le tecnologie utilizzate per la loro purificazione, inoltre, sono oggetto di un brevetto internazionale. Questa tecnica, detta “dolce”, che non va ad alterarne la struttura molecolare o la qualità nutrizionale, è il fiore all’occhiello di LB LYOpharm la cui scommessa era eliminare lo sgradevole sapore delle lipoproteine.

Parlando di gusto, invece, la scelta della liofilizzazione permette una conservazione del prodotto che non ha eguali, mantenendo inalterate le proprietà degli ingredienti senza l’uso di conservanti, mentre le materie prime alimentari (frutta, verdura, yogurt) sono tutte della più alta qualità, prive di coloranti e coadiuvanti chimici. Ciò fa sì che una volta ricostituito in acqua, il prodotto NutraLYO restituisca il gusto e il sapore dell’alimento fresco di cui sono state conservate inalterate le caratteristiche organolettiche.

La linea Alimenta Più della gamma NutraLYO è composta da vellutate, bevande e yogurt facili e veloci da preparare, che si possono bere e gustare quando meglio si crede durante la giornata. Al fine di assicurare solo il meglio ai propri consumatori, i prodotti che ne fanno parte hanno superato anche un test qualitativo a più step, effettuato su un campione di 80 persone fra i 65 e i 75 anni1.

 Versione stampabile




Torna