La collezione è una rielaborazione in chiave contemporanea della tradizione.

Rubelli: la nuova collezione Damasco Today

  Arredo e Design  

Rubelli ha presentato una nuova famiglia di damaschi alla luce di una rielaborazione in chiave contemporanea che rivisita la tradizione.

Il damasco antico, reinterpretato, si rinnova ed è, così, pronto a vivere una nuova vita. Se da un lato questa scelta segna una continuità storica - da sempre Rubelli crea e produce tessuti in seta di questa tipologia - dall’altro ne propone una lettura originale.

La nuova lettura è il risultato di un lavoro attento e rigoroso, incentrato in particolare su intrecci e cromie.

Obiettivo: sdrammatizzare i disegni ereditati dalla tradizione, anche nel nome. Ciascuno dei 7 nuovi damaschi è, infatti, denominato “Damasco” con un attributo a contrasto che descrive l’identità del singolo disegno: Patina, Pop, Flirt, Mirage, Gypsum, Puzzle, Decoupage.

Alla base dei nuovi articoli vi sono documenti conservati nell’archivio della Fondazione Rubelli (quindi disegni storici), ma anche damaschi “gloriosi” appartenuti a precedenti collezioni e che sono la cifra stilistica di Rubelli.

Grazie alle mani esperte e al talento dei designer dell’ufficio stilismo di Rubelli, i nuovi damaschi - “figli” di damaschi antichi e damaschi di passate collezioni - vengono percepiti come creazioni artigianali. Ad accompagnare i nuovi damaschi, un nuovo cannettino in seta, Cannelé, che deve il suo aspetto contemporaneo a piccole irregolarità che lo rendono più informale.

DAMASCO PATINA

Tratto da un originale del Settecento conservato nella Fondazione Rubelli, il disegno presenta un fondo irregolare che mostra i segni del tempo. Trame di materiali diversi creano effetti lucidi e opachi.

DAMASCO POP

Grazie a dei colori molto vivaci, il disegno a meandro si presenta in una nuova veste. Le delicate sfumature ne attenuano i contrasti, l’aspetto cangiante crea combinazioni accattivanti.

DAMASCO FLIRT

Da un frammento inglese del Settecento conservato nella Fondazione Rubelli, un disegno leggiadro per un damasco reversibile, romantico nel disegno e nei colori.

DAMASCO MIRAGE

Al disegno classico, tratto da un documento d’archivio del Settecento, è stato sovrapposto una sorta di reticolo che conferisce una particolare luminosità.

Della nuova famiglia di damaschi è il più elaborato per la varietà degli intrecci.

DAMASCO GYPSUM

Un motivo classico, derivato da un originale cinquecentesco, per un damasco reversibile. Il disegno, pur dall’aspetto consunto, sembra essere “impastato” col gesso ed è sempre ben leggibile in tutte le varianti.

DAMASCO PUZZLE

Ispirato al motivo decorativo dei marmi intarsiati nella chiesa veneziana dei Gesuiti, un disegno innovativo grazie ai vari micro-pattern inseriti all’interno del disegno stesso che si incastrano perfettamente tra loro come tasselli di un puzzle.

DAMASCO DECOUPAGE

Il disegno è un classico del Cinquecento. L’elemento innovativo è dato dal fondo canneté che conferisce un carattere di contemporaneità. Morbide trame in lana emergono sul fondo in cotone del cannettino.

CANNELÉ

Un cannettino in seta dalla mano morbida che deve il suo aspetto contemporaneo a delle piccole irregolarità fatte di “punti” e “tratteggi”.

Accanto a tonalità classiche e neutre alcuni colori accesi che contraddistinguono la nuova collezione “Damasco”.

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
  • img6
  • img7
  • img8
 Versione stampabile




Torna