FOCUS ON LINE - RIVISTA N 3, 9 marzo 2015

Food and beverage, Tendenze

Zuegg festeggia 125 anni di buoni frutti e ci riprova Oltreconfine
Non solo internazionalizzazione, però, anche nuovi prodotti sani

Zuegg, lo storico marchio italiano di confetture e succhi di frutta nato a Lana d’Adige nella seconda metà dell’Ottocento (è nel 1890, infatti, che Maria Zuegg e Ernst iniziano il commercio delle mele esportando i prodotti fino a mete lontane, come ad esempio San Pietroburgo), già presente con i suoi prodotti sugli scaffali della grande distribuzione brasiliana e con uno stabilimento anche in Russia - dove le sanzioni hanno pesato in maniera considerevole nella fornitura delle materie prime - investe nuovamente in Germania, per realizzare una nuova linea produttiva in modo da aumentare la capacità produttiva del sito di Lipsia, e prosegue la sua campagna d’America, dove è in trattativa per la costruzione di uno stabilimento sulla frontiera canadese e la produzione soprattutto di marmellate.

Dopo essere sbarcati nella grande distribuzione organizzata americana - racconta Oswald Zuegg, presidente e amministratore delegato della società, che rappresenta la quarta generazione dell’omonimo gruppo di famiglia - abbiamo l’ambizione di acquistare uno stabilimento per lavorare la frutta direttamente in loco: siamo già in trattativa e abbiamo ricevuto diverse proposte.

Parallelamente alla internalizzazione Zuegg studia anche l’ingresso in nuove categorie di prodotto che abbiano sempre come elemento principe la frutta. Il monito che Oswald Zuegg ripete come un mantra è: Meno zucchero e più frutta. Zuegg è da sempre sinonimo di tradizione, qualità e genuinità. - ribadisce Oswald Zuegg - Tradizione nel lavorare e trasformare la frutta, dall'albero alla tavola.

Nel 2015 l’azienda punta sull’alimentazione sana e, parallelamente, sul benessere, su linee biologiche come vera e propria strategia e non per moda: ne è un esempio la linea Zuegg 6x125ml Benessere, con tre gustose varianti al Mirtillo Nero, al Melograno e, ultimo arrivato, Ribes Nero e Carota Nera, proposte in bottiglietta di vetro, che garantisce un prodotto di qualità, igienico e sano, con un pratico tappo twist-off che permette di aprire e richiudere la bottiglietta dovunque. Tre varietà ricche di Vitamina C ed altre sostanze antiossidanti, utili per contrastare il danno ossidativo, ossia il processo degenerativo di invecchiamento cellulare. - sottolinea l’azienda - Gli antociani aiutano a mantenere tonici i vasi sanguigni, rinforzando i capillari, mentre i polifenoli, contrastano il processo d’invecchiamento cellulare.

Intorno a questi due pilastri - internazionalizzazione e nuovi prodotti sani - ruota tutta la strategia 2015 di Zuegg, che, a fine 2014, ha raggiunto ricavi pari a 271 milioni di euro (+6% rispetto a dicembre 2013), di cui il 60% da imputare alla divisione B2C (Zuegg e Zuegg Skipper, succhi e marmellate), ed il 40% alla divisione B2B (prodotti derivati dalla prima e seconda trasformazione, destinati alla grande industria alimentare, preparati per yogurt e produzione dolciaria). L’azienda ha anche inserito nel marketing un nuovo direttore consumer goods, Martin Haidinger di origine austriaca.

Il nostro segreto - ribadisce Oswald Zuegg - sta nella scelta della materia prima, che seguiamo dai nostri campi sperimentali, alla tavola del consumatore.

La forza dell’azienda - principale esperto di frutta a livello europeo - è rappresentata proprio dall'approvvigionamento diretto della frutta, basato su una politica di selezione e fidelizzazione dei fornitori e sull'integrazione verticale dei processi lavorativi con stabilimenti specializzati nei vari step di trasformazione: stabilimenti della prima trasformazione, dalla frutta fresca alla frutta surgelata, stabilimenti della seconda trasformazione, dalla frutta surgelata alla purea o concentrato di frutta, e stabilimenti per la terza trasformazione, il prodotto finito, conservando sempre il pieno controllo sull'intero processo produttivo. Ad esempio, a Luogosano (AV), a Elne (vicino a Perpignan, Francia) e a Werneuchen (Germania), viene lavorata la frutta fresca scelta tra quella cresciuta nei dintorni, elaborando semilavorati e preparati di frutta che saranno poi inviati agli altri stabilimenti del gruppo, Verona e Zörbig in Germania, per la produzione finale. Il servizio agronomico di Zuegg, poi, è sempre a disposizione gratuita degli imprenditori agricoli: fornisce loro assistenza tecnica durante tutto l'anno, consiglia cultivar e monitora le pratiche agronomiche. Grazie ad una piattaforma gestionale innovativa (QdC® - Quaderno di Campagna), inoltre,lo staff tecnico accede via pc e tablet ai dati sulle produzioni per controllare in tempo reale le operazioni colturali svolte nei campi: un supporto in più per garantire la sostenibilità e la rintracciabilità nella filiera.

In occasione dei 125 anni dalla fondazione, oltre a nuove referenze destinate al mercato consumer, Zuegg propone numerose novità per la linea ho.re.ca.

Nella linea Zuegg Premium, ad esempio, arriva l’innovativo formato Zuegg Bar 200 ml in vetro, un’intera gamma di succhi di frutta in tantissime varietà di gusto per dissetare in maniera naturale e rendere davvero spiacevole la sosta al bar; e Zuegg Skipper 200 ml in vetro, dai gusti classici alle specialità, fino alle Limited Edition Estate 2015 nei gusti pompelmo & menta e melone & pesca. La nuova linea bar si presenta rinnovata, con ricette 100% naturali e meno zuccheri, e un nuovo stile grafico sulla bottiglia.

In occasione di Expo 2015, infine, sarà avviata una cooperazione con Coop Italia che prevede diverse attività ed un programma di eventi a Milano e sul territorio: l’Esposizione Universale come opportunità e modello, un messaggio importante sul valore del made in Italy.

Info: www.zuegg.info.

Giovanni Scotti