FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 3, 9 marzo 2015

Tuttobimbi, giochi

Bilinguismo e bambini: il metodo di Helen Doron
Nel libro “The Music of Language”, Helen Doron si racconta rivelando come è nato il suo metodo per l’insegnamento precoce dell’inglese, come funziona e l’importanza dell’apprendimento di una lingua

Pedagogista, insegnante di inglese e madre di tre figli, Helen Doron ha compreso l’importanza dell’apprendimento di una lingua straniera sin dalla più tenera età: il bilinguismo, infatti, apre più possibilità di lavoro e riveste un ruolo di primo piano anche nello sviluppo cognitivo del bambino. Il bambino bilingue, infatti, dimostra una maggiore capacità di gestire informazioni diverse, dal momento che si ritrova a dover passare dall’esercizio di una lingua a un’altra, con risvolti positivi sulla concentrazione.

Nel periodo in cui cercava un corso di violino per la figlia, Helen è rimasta colpita dal metodo di insegnamento (chiamato l'approccio madrelingua) del violino Suzuki, il quale associa l'apprendimento della musica con lo studio della lingua. Proprio dall’esperienza personale e professionale è così nata la trentennale esperienza di Helen Doron English, un metodo brevettato di apprendimento dell’inglese dai primi mesi di età fino ai 18 anni con un sistema che mira a stimolare il benessere emotivo, fisico e creativo del bambino di ogni cultura, grazie alla metodologia e ai materiali didattici da lei sviluppati.

Il metodo, molto innovativo, parte dal presupposto che i bambini sono naturalmente predisposti al multilinguismo ed utilizza gli stessi processi di apprendimento della lingua madre, attraverso l'immersione in un certo ambiente sonoro, l'incoraggiamento, l'ascolto ripetuto, i rinforzi positivi. In un ambiente in cui si parla l'inglese e che con successo imita il processo di apprendimento naturale della lingua madre convivono così momenti didattici e momenti ludici, con materiale, divertente e musicale, appositamente realizzato, come canzoni, filastrocche, cartoni, moderni strumenti informatici.

Il successo del metodo è tale che nel 1985 nasce Helen Doron Educational Group, che è progressivamente è cresciuta in tutto il mondo fino a diventare oggi un leader internazionale con oltre 800 centri di apprendimento distribuiti su 34 paesi tra Europa, Asia e Sud America. Guidando la società come Amministratore Delegato, Helen Doron viaggia nel mondo, consultandosi con il suo seguito di insegnanti in diversi paesi e lavora, in sede, a fianco del suo staff qualificato per produrre e aggiornare nuovi e divertenti programmi di insegnamento.

In Italia il metodo è approdato nel 2005 quando Raffaele Forgione, Coordinatore Nazionale e primo Master Franchisor, ha aperto il primo learning centre in Toscana.

Dieci anni fa i genitori italiani erano scettici sull’insegnamento dell'inglese in età precoce. - racconta Raffaele Forgione - Oggi invece riconoscono nel metodo Helen Doron English un sistema davvero efficace ed efficiente anche grazie al costante lavoro svolto dai team dei vari Lerning Centre. Oltre 10.000 studenti stanno imparando l'inglese con il nostro metodo - continua Raffaele Forgione - e la crescita è costante ed in continua via di espansione. L’idea infatti è quella di aprire nuovi centri (ad oggi sono più di 90) per garantire una copertura sempre più capillare sul territorio italiano e soddisfare così le sempre più numerose richieste da parte dei genitori interessati.

La partecipazione ripetuta e costante ai corsi “HelenDoron English” permette di rafforzare la naturale abilità del bambino per l’apprendimento linguistico e raggiungere risultati migliori nello studio della materia anche a scuola. In molti casi le attività Helen Doron English hanno contribuito ad un aumento della fiducia in se stessi così come nelle proprie capacità a livello linguistico. Il 91% dei bambini si è sentito a proprio agio nell’esprimersi in inglese in modo molto naturale.

Helen ha creazione un sistema diversificato di apprendimento divertente e vivace che stimola il benessere emotivo, fisico e creativo dei bambini di ogni cultura, grazie alla metodologia e ai materiali didattici da lei sviluppati.

Il corso “Jump with Joey “, grazie alla tecnologia interattiva Augmented Reality, ad esempio, fa divertire i bimbi facendoli “entrare virtualmente” nelle storie tramite una applicazione scaricabile su tutti i moderni device. Usando l’app e inquadrando con il tablet o lo smartphone le pagine dei libri contrassegnate da una bacchetta magica, il canguro Joey e i suoi amici si animeranno per insegnare ai bimbi parole, numeri e tanto altro.

Helen Doron Read e Write, invece, è il nuovissimo ed innovativo programma pensato per i bambini dai 4 ai 9 anni, che aiuta i piccoli studenti ad imparare autonomamente a leggere e a scrivere grazie ad un metodo che li vede coinvolti non solo durante le lezioni, ma anche a casa, da soli o con l’aiuto dei genitori. Helen Doron Read e Write è stato studiato in modo da garantire anche ai bambini in età prescolare la possibilità di un approccio molto semplice e naturale all’apprendimento. Cliccare su un’immagine e ascoltare storie in inglese diventa un modo immediato per imparare la lingua, senza forzature e con l’utilizzo della tecnologia che può giocare un ruolo fondamentale perché è in grado di stimolare la creatività e la naturale predisposizione all’apprendimento dei più piccoli!

Presso tutti i centri Helen Doron English, inoltre, ai bambini hanno in dotazione una serie di libri interattivi che, con l’aiuto di una applicazione per smartphone e tablet, permette loro di interagire con i contenuti alimentandone la curiosità e il divertimento.

Ed ancora … l’app “English words - Fun with Flupe”, scaricabile gratuitamente su AppStore e Google Play, che propone una simpatica interazione tra bambino, immagini e parole in lingua inglese, il sito di giochi interattivi ed allegri di Helen Doron English, www.kangiclub.com, e il canale YouTube Helen Doron Song Club, www.youtube.com/user/HelenDoronSongClub.

Il coinvolgimento da parte di bambini e ragazzini è quindi garantito dall’utilizzo di un linguaggio a loro molto familiare … quello che si ritrova nei tablet e negli smartphone!

Sul territorio nazionale sono presenti moltissimi Learning Centre, vere e proprie fucine di idee e di progetti stimolanti per creare nuove metodologie di apprendimento e utili momenti di incontro al fine di promuovere la cultura dell'educare/insegnare, facendo al contempo divertire.

Info, Learning Centre: www.helendoron.it.

Giovanni Scotti