FOCUS ON LINE - RIVISTA N 8, 7 settembre 2020

Food and beverage, Tendenze

La Capannina di Franceschi ha ospitato La Tavola Italiana
In occasione del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi La Capannina di Franceschi ha ospitato La Tavola Italiana per celebrare il bicentenario del 4 agosto scorso

La data della serata è stata ancora più simbolica in quanto pochi giorni prima anche La Capannina aveva celebrato il suo 91esimo Compleanno (che cade il 21 agosto di ogni anno).

La cena è stata aperta dal primo finger food realizzato con le ricette di Artusi Crostini di fegatini e acciughe ed è proseguita con gli ottimi piatti alla carta proposti dal ristorante del locale, con l’accompagnamento musicale di due bravissimi cantanti presenti, Stefano Busà e Alexis Buselli.

In questo periodo infatti per soddisfare le limitazioni per il Covid e evitare assembramenti e contatti tipici della serata in discoteca, la proprietà de la Capannina di Franceschi ha messo a punto un nuovo concept di cena con musica da vivo, di grande successo e suggestione.

A tale proposito infatti, il Presidente de La Tavola Italiana ha dichiarato “la presenza di musica di autore e di grandi interpreti nei ristoranti italiani era una delle maggiori attrattive per turisti e clienti ma ultimamente, e molto prima delle attuali limitazioni, questa peculiarità si è persa in gran parte dei locali. Forse la necessità di mantenere l’attrattiva musicale che ha contraddistinto la Capannina dalla sua nascita, come prima discoteca al mondo nella storia, e il successi delle cene seguite alla riapertura del 3 luglio scorso, hanno permesso di riscoprire questa ottima unione tra musica e cibo. I piatti poi gustati durante la cena sono risultati di altissimo livello e la musica li ha solo ulteriormente fatti apprezzare….”

Alle 22.00, in perfetto orario con il programma della serata, La Capannina di Franceschi ha chiesto al Presidente dalle Tavola Italiana e alla “madrina” della serata Onorevole Maria Teresa Baldini, medico chirurgo e membro della X commissione attività produttive, commercio e turismo della Camera dei Deputati, di presentare il Bicentenario al pubblico.

Oltre a ringraziare quindi il Locale per la bellissima e preziosa ospitalità, il Presidente de La Tavola Italiana ha voluto rimarcare la comunione tra due assolute eccellenze italiane frutto dell’inizio del novecento: l’uscita del libro “La Scienza in Cucina e l’Arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi e la nascita de La Capannina di Franceschi affermando che “è stato anche grazie alle due intuizioni di Artusi e di Franceschi che nel corso di inizio novecento è nata l’Italia moderna e si è diffuso in tutto il mondo il gusto della cucina, dell’ospitalità e del divertimento italiani!”

Il presidente ha poi voluto evidenziare che “Artusi ha introdotto per la prima volta il concetto delle portate a tavola, su cui si basano i menù di ogni ristorante al mondo”. Quindi ha introdotto l’Onorevole Maria Teresa Baldini, che ha confermato la sua disponibilità, nel rispetto dei propri impegni istituzionali e di parlamentare “a presenziare tutte le serate che nel corso di questi 12 mesi La Tavola Italiana vorrà organizzare per celebrare il bicentenario della nascita di Artusi” ed ha aggiunto che “ci ha tenuto moltissimo nel tenere a battesimo come madrina questo percorso nazionale e internazionale iniziasse qui a La Capannina, sia in quanto rappresenta la propria città nativa, Forte dei Marmi, sia perché è il luogo migliore quale tempio della bellezza e del mangiare e del vivere bene”. Ha quindi concluso dicendo che “ricordare un personaggio come Artusi sia molto importante per celebrare un libro che ha posto per la prima volta l’attenzione sull’igiene e sulla possibilità di miscelare alimenti e ingredienti adatti al benessere e alla salute delle persone, concetti che, come medico, non posso che evidenziare” e che “si augura che questo percorso di celebrazione del bicentenario presso i ristoratori e gli operatori del settore horeca, con la collaborazione e il coinvolgimento degli Istituti Alberghieri di tutta Italia, abbia il maggior successo e la maggiore diffusione possibili.”

Quindi è stato proiettato lo spot celebrativo del bicentenario della nascita di Artusi prodotto da La Tavola Italiana (presentato per la prima volta durante la conferenza stampa dello scorso 4 agosto a Roma, presso l’hotel Villa Camilla alla presenza dei rappresentanti del MIPAF, del MIBACT e della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati e di numerosi giornalisti) ed è ripresa la serata tra ottimi piatti di carne e di pesce e bellissima musica, soprattutto italiana, di oggi e di ieri. Alla fine del menù, La Capannina ha offerto a tutti i presenti il secondo finger food realizzato in maniera impeccabile dalla ricette di Artusi nr163) Fritto di ricotta, ed un buonissimo dolce al cucchiaio preparato su ricetta originale de La capannina risalente a 90 anni fa.

La serata si è quindi conclusa ampliamente dopo le 01.00 di notte, sempre tra ottimo cibo e musica di accompagnamento, nel rispetto delle norme per la diffusione del Coronavirus.

www.latavolaitaliana.org