Maremma Wine Shire Milano

27 ottobre 2010

Oggi, a Milano, a Palazzo Giureconsulti è stato presentato Maremma Wine Shire, il salone delle eccellenze enologiche della Maremma Toscana, promosso dalla Camera di commercio di Grosseto, in collaborazione con GrossetoFiere e Luca Maroni, e con il sostegno di banca Etruria. Dopo il successo registrato nella prima edizione, che si è svolta nel centro fieristico di Braccagni (Gr) nello scorso mese di maggio, il prestigioso evento fieristico dedicato alle eccellenze enologiche della Maremma avrà luogo a Milano al centro “La Pelota” in via Palermo 10 con il seguente orario: domenica 21 novembre dalle ore 17.30 alle ore 22.00 (ore 18.00 taglio del nastro) e lunedì 22 novembre dalle ore 11.00 alle ore 20.00. Appassionati, importatori, buyer nazionali ed internazionali, operatori del settore, giornalisti ed opinion leader incontreranno, nel prestigioso spazio de La Pelota nel centralissimo quartiere Brera, oltre 160 espositori della provincia di Grosseto. Maremma Wine Shire rappresenta un’occasione per esplorare una terra che negli ultimi vent’anni ha regalato vini di assoluta eccellenza e che vanta una D.O.C.G. (Morellino di Scansano), ben sette D.O.C. (Ansonica Costa dell’Argentario, Bianco di Pitigliano, Capalbio, Montecucco, Monteregio di Massa Marittima, Parrina, Sovana), e due I.G.T. (Maremma Toscana e Toscano o Toscana). L’obiettivo di Maremma Wine Shire è quello di diventare un nuovo punto di riferimento per la conoscenza nel mondo del vino della Maremma Toscana e nei prossimi anni, una fiera non solo enologica ma anche gastronomica. L’evento rientra infatti in un più ampio progetto di promozione del settore vitivinicolo maremmano e di tutte le eccellenze di questo territorio e vuole proporre la Maremma come sistema – da qui il nome di Maremma Wine Shire – dove le grandi produzioni vitivinicole sono espressione della natura selvaggia in cui hanno origine, del lavoro tenace, della luce intensa che si coniugano con la bellezza dei borghi medievali, il patrimonio storico artistico, le eccellenze gastronomiche, il mare. Un lavoro che richiede un grande impegno e la partecipazione di tutta la Maremma e dei suoi produttori – afferma il presidente della Camera di commercio di Grosseto - che nasce soprattutto dall’amore per questa terra che credo rappresenti uno dei gioielli nel mondo. Sono orgoglioso di appartenervi e insieme alla Camera di commercio di Grosseto e a GrossetoFiere vogliamo che la Maremma diventi davvero una nuova Andalusia, l´Andalusia d´Italia. Partendo dalle eccellenze enologiche maremmane, il nostro progetto intende svelare il fascino di questa terra vocata non solo alla produzione vitivinicola, ma anche al turismo, all’accoglienza, all’ospitalità.