ALMA–AGOM: agopuntura e medicina integrata nella cura dei malati con patologie croniche

01/08/2019

Il 21 ed il 22 settembre 2019, a Milano, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi, si svolgerà il Sesto Congresso Internazionale di ALMA, associazione di medici dedita allo studio, alla ricerca, alla divulgazione e all’insegnamento dell’agopuntura e della medicina tradizionale cinese, ed AGOM, associazione no-profit medico scientifica che ha lo scopo di fare conoscere, diffondere e sviluppare l’agopuntura in Italia e nel mondo, praticandola sul territorio nei paesi in via di sviluppo e nelle situazioni di emergenza.

Il focus del Sesto Congresso Internazionale di ALMA-AGOM, sarà il seguente: L’agopuntura e la medicina integrata nella cura dei malati con patologie croniche.. Quale ruolo nelle reti cliniche assistenziali?

Lo scopo del convegno non è solo l’approfondimento scientifico relativo all’agopuntura ed alla medicina integrata, ma anche quello di far conoscere, in maniera più approfondita, un metodo di cura nata in Cina più di 3000 anni fa, diventata nel 2010 patrimonio UNESCO dell’Umanità, e che, in Italia, è praticata in via esclusiva da medici. I principi teorici dell'agopuntura sono focalizzati sull'energia vitale che sostiene e muove l'organismo: un sintomo e una malattia, infatti, sono considerati manifestazioni di uno squilibrio energetico che deve essere diagnosticato per essere riequilibrato con i trattamenti di agopuntura. L’agopuntura, dunque, è un metodo terapeutico della medicina cinese che utilizza la stimolazione di specifiche zone cutanee, chiamate agopunti, attraverso l'infissione temporanea di aghi per ripristinare alterate funzioni organiche. Non utilizza, quindi, la somministrazione di farmaci, ma piuttosto indica all’organismo una via di cura, con tempi e modalità diverse per ciascuno persona. Secondo l'OMS, l’agopuntura può essere utilizzata per il mantenimento dello stato di salute, la prevenzione e la diagnosi e per ottenere il miglioramento o la remissione di malattie fisiche e mentali.

Durante il convegno vari interventi verteranno sull’agopuntura in oncologia che può essere integrata ai trattamenti chemioterapici e alla radioterapia sui pazienti oncologici con malattia attiva per il miglioramento della qualità della vita e la diminuzione del dolore. Paola Poli e Carlo Moiraghi, ad esempio, presenteranno i risultati dell’applicazione del metodo ideato e sviluppato da loro che si basa sui testi antichi della Medicina Tradizionale Cinese e che va ad agire sui canali embrionali, stimolandoli ed equilibrandoli, dimostrando a livello internazionale come l’agopuntura sia statisticamente rilevante nella terapia e trattamento del dolore e della qualità della vita del malato oncologico. Applicando questo metodo, AGOM pratica presso la propria sede in Milano, trattamenti gratuiti ogni settimana a pazienti con malattia attiva e ha collaborato attivamente all’istituzione all’Ospedale Niguarda di Milano di un ambulatorio di agopuntura per pazienti oncologici che possono fruire di sedute gratuite attraverso il Sistema Sanitario Nazionale.

Tra i relatori segnaliamo il professor Franco Berrino, epidemiologo di fama mondiale già Direttore del Dipartimento di Medicina preventiva e predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori, Jean Marc Kespi, Hedi Luxenburger, Konstantina Theodoratou e, per la prima volta, in Italia dal Brasile Fernando Genschow e Márcia Yamamura.

Il Congresso Internazionale di ALMA-AGOM sarà una festa, un modo per celebrare la cultura, moderna e antica, e soprattutto l'importanza dell'integrazione delle medicine, occidentale e tradizionale, nella cura della malattia cronica, tema sempre più rilevante nella società odierna.

Info, programma completo: www.agopuntura-alma.it - www.agopunturanelmondo.com