Despar: i risultati del 2018

07/02/2019

Despar Italia, il consorzio che riunisce 6 aziende della distribuzione alimentare (Aspiag Service, Ergon, Fiorino, Maiora, L’Alco e SCS) e negozianti affiliati, e che è tra le prime dieci insegne della GDO italiana, ha tracciato un primo consuntivo dei risultati 2018 relativamente ai prodotti a marchio Despar che confermano trend di crescita positivi registrando un aumento del fatturato pari al 5,4% rispetto al 2017. Le performance si attestano a livelli superiori rispetto alla media di settore.

La quota di mercato relativa ai prodotti a marchio Despar, secondo le rilevazioni più recenti, è pari al 19,3% superiore rispetto alla media nazionale.

La focalizzazione sui prodotti a marchio Despar è risultata, peraltro, evidente dall’impegno del Consorzio nello sviluppo di nuove referenze: nel 2018 sono stati lanciati 267 nuovi prodotti, mentre 106 referenze sono state oggetto di aggiornamento.

Tra le novità più significative nel segmento MDD, segnaliamo il lancio delle “Special Edition” (Mortadella di Mora Romagnola IGP, Parmigiano Reggiano millesimato e Salame di Varzi DOP), disponibili nei punti vendita esclusivamente nel mese di dicembre, le referenze nella gamma “Scelta Verde” (salmone affumicato biologico e formaggio stagionato biologico), le novità della linea “Vital” (flakes di amaranto biologici, velette di frumento alla barbabietola biologiche, farro soffiato monococco).

Sempre con riferimento ai prodotti a marchio, grande attenzione è stata riservata alla sostenibilità ambientale: i prodotti di ortofrutta di filiera, ad esempio, sono confezionati in package al 100% compostabili, inseriti all’interno della linea “Passo dopo Passo”.

La sensibilità verso la tematica della riduzione degli sprechi alimentari è stato il driver che ha spinto Despar all’introduzione di pack (come, per esempio, nella linea Equo Solidale di frutta secca) eco-sostenibili, interamente riciclabili, richiudibili fino a 22 volte e in grado di mantenere il prodotto fresco più a lungo.

Nel campo della salute e del benessere, Despar ha avviato un’importante collaborazione con l’Università di Parma (Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco) per allineare le formulazioni dei propri prodotti a marchio con gli obiettivi previsti dal Ministero della Salute che prevedono una riduzione nei prodotti alimentari dei contenuti di grassi saturi, zuccheri e sale, la rimodulazione delle porzioni e l’aumento del contenuto di fibre. Il progetto si è concretizzato nell’analisi di 313 prodotti a marchio Despar appartenenti a 9 categorie differenti.

Nel campo del controllo qualità, nel 2018 sono stati verificati complessivamente 854 prodotti per un totale di 3.198 analisi. Sotto stati inoltre effettuati numerosi audit presso i fornitori del Consorzio e molteplici consumer test.

È proseguita, infine, anche nell’anno appena trascorso la strategia di aperture sul territorio con alcune inaugurazioni significative come quelle di Venezia, Modena, Terlizzi e Castelvetrano. Ad oggi Despar è presente, con i suoi 1.215 punti vendita, in 13 regioni e 63 province italiane.