Rome Reborn, l’antica Roma In 3D

28/11/2018

L’abbinamento di computer graphics e realtà virtuale ha ormai raggiunto livelli tali di sofisticazione che diventa veramente possibile vivere in modo realistico ed immersivo realtà che una volta si potevano soltanto sognare con la fantasia. Un esempio di ciò ce lo offre Rome Reborn, un ambizioso progetto scientifico che ha richiesto 22 anni di lavoro e ha visto il coinvolgimento di un ingente team di professionisti, tra accademici ed esperti tecnologici internazionali.

Grazie a Rome Reborn torna a vivere la Roma degli imperatori, consentendoci di vivere un'emozionante esperienza attraverso un inedito tour in 3D della capitale, così come appariva al culmine del suo sviluppo urbano nell'anno 320 dopo Cristo. Quando Rome Reborn è stato concepito, nel 1996, si trattava della prima iniziativa nel suo genere ad utilizzare le nuove tecnologie 3D al fine di ricostruire una antica città scomparsa. Dopo 22 anni di lavoro la ricostruzione digitale finale è stata ora completata.

Rome Reborn rappresenta la più grande ricostruzione digitale mai realizzata di una città antica. Gli utenti hanno la possibilità di accedere ad oltre 7.000 edifici monumentali, percorrendo una superficie di 14 chilometri quadrati all'interno delle mura Aureliane, che potranno essere esplorati in ogni dettaglio e da ogni angolazione, sia terrestre che aerea.

Rome Reborn si distingue dalle altre app sul mercato per il suo contenuto unico: tutti gli elementi della città sono stati ricreati con l'aiuto di un illustre comitato consultivo scientifico. Il progetto aderisce alla Carta di Londra e ai Princìpi di Siviglia per l'uso della tecnologia digitale nella ricostruzione 3D dei monumenti patrimonio culturale. Ogni prodotto Rome Reborn è accompagnato da rigorosa documentazione scientifica, sia rispetto alle fonti che ai criteri applicati per le ricostruzioni 3D dell'antica Roma.

Rome Reborn è stato approvato dalla Society for Classical Studies e il suo direttore, Bernard Frischer, è stato insignito con due premi alla carriera in riconoscimento dell'importanza di questo progetto (il Pioneer Award della Società internazionale per sistemi virtuali e multimediali nel 2005 e il Tartessus, Premio della Società Spagnola di Archeologia Virtuale, nel 2009)

L'obiettivo prefissato di Rome Reborn è raggiungere tanto gli appassionati quanto gli studiosi di storia dell'arte, archeologia ed architettura. E' uno strumento di lavoro utile, poiché consente di apprendere i monumenti di Roma nel loro contesto urbano originale, con una prospettiva nuova ed un accesso agli edifici a 360 gradi.

Rome Reborn è anche un eccezionale strumento di "edutainment", perfetto sia per chi si accinge a visitare la Città Eterna, sia per chi desidera approfondire la comprensione dell'antica Roma dopo un viaggio nella Capitale.

A corredare l'app, il sito web www.romereborn.org - da poco lanciato - permette agli utenti di unirsi alla community di Rome Reborn. Oltre a partecipare ai forum online, i membri potranno testare il loro grado di conoscenza acquisito utilizzando le app acquistate.

Le app di Rome Reborn sono in licenza esclusiva di Flyover Zone Productions e sono disponibili sulle maggiori piattaforme PC e VR, inclusi gli store di Apple, Microsoft, Oculus, e Steam. Sono inoltre presenti in selezionate sale VR, biblioteche pubbliche, scuole, e università. Le lingue disponibili includono cinese, inglese ed italiano.

Ugo Dell’Arciprete