Ancona: KUM! Festival

15/10/2018

Ancona, l’antica città dorica, che, grazie alla sua posizione “a gomito” sul mar Adriatico (in greco Ankon significa proprio “gomito”), è l’unica città della costa nella quale si può ammirare sia l’alba sia il tramonto sul mare, ospita da venerdì 19 a domenica 21 ottobre la seconda edizione di KUM!, il festival, creato e diretto dallo psicoanalista Massimo Recalcati, dedicato al tema della cura e delle sue diverse pratiche, che nella edizione del 2018, tratterà il tema Risurrezioni.

Ancona, cuore di un territorio in cui la qualità della vita è tra le più alte d’Europa, tra i suoi principali monumenti annovera la Mole Vanvitelliana, nelle cui sale si svolgerà KUM!

La Mole, iniziata da Luigi Vanvitelli nel 1732 su commissione di Papa Clemente XII e ultimata nel 1743, è nata come lazzaretto. La Mole sorge su un’isola artificiale nel porto della città - una metaforica linea di continuità tra la terraferma e il mare aperto - ed è un luogo nato per la cura, anzi per la sua madre naturale: la prevenzione. Dopo essere stata anche carcere, raffineria e deposito di tabacchi, oggi la Mole è un vero e proprio sistema culturale ed ospita non solo gli specialisti della clinica (psicoanalisti, psichiatri, medici, pedagogisti), ma anche i filosofi, gli storici, gli scrittori ed i teologi che interverranno al festival.

Il festival KUM! si lega, così, a doppio filo con la sua location e fa di Ancona città riferimento per i temi del welfare, della politica sanitaria, del disagio, della cura e delle sue possibili declinazioni filosofiche e sociali.

KUM! è organizzato dal Comune di Ancona, Assessorato alla Cultura, con la collaborazione dell’Assessorato ai servizi sociali e alle Politiche educative, con il contributo della Regione Marche e della Fondazione Cariverona, ed il coordinamento organizzativo dell’associazione culturale Esserci, con Jonas Onlus.

Info: www.kumfestival.it