Casteggio, Auditorium Certosa Cantù: prima esecuzione del testo poetico “Strada della mia vita” di Masha Sirago musicato da Ennio Poggi

06/10/2018

Domenica7 ottobre, ore 16.30, all’Auditorium Certosa Cantù a Casteggio (PV), il Maestro Ennio Poggi suonerà al piano il testo poetico Strada della mia vita di Masha Sirago. Il testo, scritto da Masha Sirago nel 2006 e musicato da Ennio Poggi, sarà cantato dal tenore Mino Boscolo.

L’opera di scrittura di Masha Sirago vuole sensibilizzare, in forma di preghiera, a trovare una nuova “strada nella vita” raccontando in forma di proposta di immagini visive attraverso le parole quella che è l’esperienza di ogni uomo sulla terra, fatta di incontri, speranze illuse e disilluse.

Il compositore e pianista Ennio Poggi ha riconosciuto nel testo Strada della mia vita la profondità del valore della Parola, quasi a raschiare con il cucchiaino nel fondo del pozzo delle sue conoscenze musicali, da Chopin a Beethoven a Liszt a Stravinskij a Bernstein ecc., per esaltare musicalmente ogni singola parola e riverberandola con le note.

Sono stato io a desiderare fortemente di musicare questo testo poetico in una forma che ricorda quella della ballata. - spiega Ennio Poggi - Sono state le caratteristiche del testo (una “prosa lirica”) a guidarmi nella composizione: l’uso di un linguaggio molto realistico ricco di immagini a colori intensi, fortemente coinvolgenti. Tutto mi ha indotto a dare grande risalto all’armonia, privilegiando accordi sempre vigorosi e a volte anche dissonanti che avvicinano la composizione sia ai canoni della musica moderna che a quella classica, con alternanze di accordi, con una varietà di stili facilmente riconoscibili. - conclude Ennio Poggi - Scrivere la partitura per il testo poetico “Strada della mia vita” perché mi aveva folgorato sulla strada della mia vita, nel vero senso della parola.

Un brano graffiante e potente che esplode in un crescendo emotivo dove il timbro della voce del tenore Mino Boscolo scandisce le parole del testo allo stesso tempo con delicatezza e potenza.

Il concerto è improntato sulle composizioni del Maestro Ennio Poggi (a due pianoforti con Laura Beltrametti) a conclusione del Festival Borghi&Valli.

Alcune sculture realizzate dall’autrice Masha Sirago della mostra “Carta canta, verba volant, argilla manifestat” (contributi critici di Ferdinando Castelli, critico letterario, e Claudio Strinati, storico dell’arte e musicologo) saranno esposte sul palco per dare rilievo all’infinita possibilità di comunicazione del binomio “Parola e Musica” quale componimento visivo delle recondite armonie dell’anima.