Torino: una giornata di tributo alla Terra dei Faraoni

04/06/2015

Lo scorso 28 maggio, a Torino, presso Palazzo Carignano si è svota l’evento “Tributo all’Egitto”, un’intera giornata organizzata dall'Ente del Turismo Egiziano in collaborazione con l’Associazione Culturale Seshat International, che da anni cura manifestazioni sul Paese dei Faraoni e la sua cultura. All’evento è intervenuto anche il famoso archeologo Zahi Hawass, tornato in Italia per parlare dei tesori dell’Antico Egitto.

L'idea mi è venuta durante l'ultima Bit milanese. - ha raccontato il Direttore dell’Ente in Italia, Dr. Emad Abdalla - Ho pensato: quale miglior luogo della città dove si trova il più grande museo egizio dopo quello del Cairo, per di più appena rinnovato in tutte le sue parti, se si vuole realizzare un evento culturale con l'obiettivo di rilanciare l'Egitto classico?.

A sancire l'intima relazione tra cultura e turismo è stata la riunione riservata tra lo stesso direttore dell'Ente e i numerosi tour operator presenti: un'opportunità per parlare del rilancio dell'Egitto in genere e in particolare delle destinazioni classiche come la Valle del Re, Luxor e le crociere sul Nilo, che più hanno sofferto in questi anni di instabilità percepita.

L'Egitto è al centro della vasta campagna pubblicitaria che andrà in onda fino al 20 giugno sulle principali reti tv nazionali con un nuovo spot “Egitto, un sogno che non finisce mai”. Inoltre, filmati promozionali saranno trasmessi anche dagli schermi delle metropolitane e dei bus di Roma e Milano, nonché dei 13 principali aeroporti italiani. «Come dimostra bene l'evento di oggi, noi stiamo attivamente lavorando con tutti i tour operator, le linee aeree, le agenzie di viaggio e gli altri operatori del turismo italiano per promuovere al meglio la nostra destinazione. E sono sicuro che il museo di Torino contribuirà grandemente a veicolare in tutto il mondo la bellezza del nostro Paese», ha aggiunto ancora il Dr. Emad Abdalla.

Una visione, quella del direttore dell'Ente, condivisa peraltro anche dalle autorità italiane presenti alla giornata. L'Assessore alla Cultura del Comune di Torino, Maurizio Braccialarghe, e il Direttore degli uffici regionali per la Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport, Paola Casagrande, dopo aver portato i saluti del Sindaco Piero Fassino e del Presidente Sergio Chiamparino, si sono in particolare detti felici di un evento capace di rinsaldare un rapporto importante come quello tra il Piemonte, il suo capoluogo e l'Egitto. Presente anche il Console Genereale d’Egitto a Milano Aly El Halawany.

L'Egitto è sicuro. Lo constatiamo noi stessi tutte le volte che ci rechiamo in quel Paese è stata infine la testimonianza della nota egittologa italiana Prof.ssa Maria Stella Mazzanti, Presidente di Seshat.

Giornate come queste sono importanti, perché anche per noi studiosi il rilancio dell'immagine del Paese è fondamentale.

D'altronde la grande storia dell'Egitto è ancora in grado di colpire l'animo delle persone: «Negli ultimi tempi ho accompagnato personalmente molti gruppi di turisti americani», ha concluso infatti il Prof. Zahi Hawass.

E ogni volta, al momento della partenza, ho visto non pochi di loro con i lucciconi agli occhi per l'emozione.

Info: www.egypt.travel

Nella foto (da sinistra a destra): Emad Abdalla, Zahi Hawass, Maria Stella Mazzanti, Aly El Halawany.