Da sabato 17 a domenica 25 novembre, per 9 giorni, centinaia di eventi della Festa del Torrone (degustazioni, spettacoli, showcooking, cortei storici, artisti di strada e laboratori aperti a tutti) torneranno a colorare le vie di Cremona, con grande soddisfazione sia di Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona, sia di Barbara Manfredini, assessore alla Città vivibile e alla Rigenerazione urbana del Comune di Cremona.

L’edizione 2018 della Festa del Torrone sarà interamente dedicata al Novecento, il secolo breve, come è stato chiamato, il secolo delle due guerre, ma anche delle grandi scoperte, il secolo della comunicazione e della globalizzazione, il secolo che, nel bene e nel male, ha dato una grande accelerata alla storia, alla scienza, all’arte ed ai cambiamenti sociali.

Un focus tutto particolare, poi, sarà incentrato sulla più grande protagonista cremonese del 900: Mina, la Tigre di Cremona, che sarà al centro di moltissime iniziative, spettacoli, concerti, musical, infiorate, performance ed altro ancora.

La SGP Events, la società che, da 11 anni, organizza l’evento, intende, quest’anno, superare se stessa e il grande successo degli ultimi anni. Nel 2017, lo ricordiamo, le presenze in 9 giorni sono state 300mila, sono state vendute 80 tonnellate di torrone, in città sono arrivati oltre 350 pullman e 400 camper da tutta Italia, i visitatori hanno assediato i ristoranti e locali della città.

La SGP Events punterà su molte conferme - ha dichiarato Stefano Pelliciardi della SGP Events - ma altrettante novità, realizzate in collaborazione con i tre sponsor: Sperlari, Rivoltini Alimentare Dolciaria e Secondo Vergani S.p.a.

Sperlari, da oltre 20 anni main sponsor della Festa del Torrone, ha confermato tramite Enrico Manfredini, responsabile marketing prodotti di ricorrenza dell’azienda, anche per il 2018 il suo supporto alla festa più golosa di Cremona: gli eventi in calendario saranno tutti all’insegna del prodotto principe della manifestazione, il torrone. Ci saranno, inoltre, momenti dedicati ad un altro simbolo della città di Cremona, a cui è dedicata questa edizione della manifestazione: Mina, una delle voci italiane più belle di sempre.

La settimana prima della Festa del Torrone, da lunedì 12 a venerdì 16 novembre, Sperlari aprirà le porte del suo stabilimento a scuole, istituti e associazioni, per mostrare loro come viene creato questo dolce ricco e goloso. Da sabato 17 a domenica 25 novembre saranno organizzate numerose altre iniziative, all’interno della Festa. La sede dell’azienda ospiterà, da lunedì 19 a venerdì 23 novembre, i Laboratori del Gusto, l’appuntamento fisso che Sperlari propone ai più curiosi per visitare il reparto produttivo del torrone in piena attività e partecipare alla degustazione di alcune ricette gourmet in cui il torrone sarà il protagonista, ricette realizzate dai ragazzi dell’Istituto Einaudi di Cremona che le serviranno anche ai visitatori (prenotazione obbligatoria). Nei due weekend di Festa, quello di apertura e quello di chiusura, la Loggia dei Militi farà da cornice a “Torrone Live”, un evento che prevede la produzione in piazza del torrone e la distribuzione al pubblico del dolce appena realizzato, creando un momento di degustazione spettacolare. Anche quest’anno Sperlari proporrà una scultura gigante in torrone: il tema ispiratore dell’opera sarà Mina, di cui la scultura sarà una celebrazione. Non mancheranno eventi in cui il torrone sarà protagonista di ricette innovative, ideate appositamente per l’occasione da Chef rinomati e di momenti di degustazione che vedranno il torrone in abbinamenti particolari, come ad esempio la birra. Ci saranno poi spettacoli dedicati alla tigre di Cremona, come omaggio a tutti i momenti magici che la sua musica ha regalato. Immancabile, infine, l’appuntamento con il grande spettacolo di chiusura, sponsorizzato da Sperlari: domenica 25 novembre la Piazza del Comune ospiterà, nel tardo pomeriggio, una performance di grande fascino e suggestione, che lascerà tutti i visitatori a bocca aperta.

Marina Rivoltini, a sua volta, ha confermato la partecipazione della Rivoltini Alimentare Dolciaria e del suo torrone artigianale. Rivoltini promuoverà alcuni degli eventi clou della kermesse, festeggiando, nell’occasione l’importante traguardo dei 90 anni di attività. La Festa del Torrone omaggerà, infatti, la storica azienda di Vescovado con una grande festa di compleanno: per questa grande occasione in Piazza del Comune saranno presentati l'azienda ed il percorso fatto in questi 90 anni. Tutti i presenti potranno degustare una grande torta che avrà come ingrediente principale il torrone. Altro appuntamento a firma Rivoltini sarà poi la “Disfida tra presidenti provinciali di Confartigianato della Lombardia”: i presidenti si affronteranno a colpi di piatti tipici della loro tradizione territoriale. Le pietanze, realizzate per l’occasione, saranno giudicate da una giuria composta da giornalisti, blogger e gourmets. Rivoltini sarà, poi, come ormai da tanti anni, co-sponsor della iniziativa "Mani in pasta", il percorso educativo in collaborazione con ConfArtigianato Cremona che vedrà impegnati i bambini di alcune sezioni delle scuole primarie cremonesi. Il libro che ne nascerà avrà come tema “Fortitudo Mea in Brachio - lo stemma di Cremona si racconta a topo Geroldo!”, in cui verrà raccontata la storia della Loggia dei Militi e in cui si daranno utili ricette su come riutilizzare gli avanzi, mescolandovi anche altri prodotti tipici come il Provolone e il Grana Padano. Dopodichè, tutta una ricca e attesa serie di appuntamenti golosissimi avranno Rivoltini tra i principali promotori. Iniziando dai "Degustatours", per promuovere i vizi di gola nei negozi del centro di Cremona. Sarà possibile degustare le prelibatezze del territorio presso enoteche, negozi di tipicità, pasticcerie, ecc. Una grande vetrina per le tipicità cremonesi sia presso il pubblico di estimatori che di turisti grazie alla disponibilità data dalle attività commerciali: il centro storico si trasformerà in un grande salone del gusto in cui le migliori gourmandises vengono proposte gratuitamente. Un vero e proprio viaggio gastronomico-culturale alla scoperta delle filiere delle eccellenze cremonesi. Non mancheranno anche quest’anno, ovviamente, le degustazioni particolari. Sulla scia dello strepitoso successo delle passate edizioni, si riproporranno gli accoppiamenti “birra e torrone” e/o “vino e torrone” e/o “torrone e distillati”. Grazie alla guida esperta di noti degustatori del torrone in abbinamento a birre artigianali o a pregiati vini del territorio o a distillati si renderà unico questo momento di piacere per il palato.

Nel corso della presentazione alla stampa, infine, anche Marina Gritta, responsabile commerciale estero della Secondo Vergani S.p.a., ha confermato che l’antica azienda dolciaria cremonese, fondata nel 1881, sarà protagonista della Festa del Torrone non solo con il torrone, ma anche con la mostarda e la pralineria di cioccolato.

Info, programma completo: www.festadeltorrone.com

Giovanni Scotti

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
 Versione stampabile




Torna