Fino al 25 febbraio 2018, il Vitra Design Museum di Weil am Rhein (Charles-Eames-Straβe 2) presenta An Eames celebration: quattro mostre parallele sulla vita e le opere di Charles (1907-1978) e Ray (1912-1988) Eames, che sono considerati due dei più importanti designers del XX secolo.

L’eclettica coppia, nell’arte e nella vita, ha saputo distinguersi negli ambiti del design, dell’architettura, della comunicazione multimediale, spaziando dalla progettazione di arredi e interni alla produzione industriale, dalla produzione di film e installazioni multimediali a quella di giocattoli e molto altro ancora, influenzando intere generazioni.

Alla base del loro modus operandi c’è il concepire design, architettura e mezzi di comunicazione strumenti differenti per esplorare il mondo circostante e per fornire risposte concrete ai problemi della vita quotidiana.

La mostra, precedentemente esposta al Barbican Centre di Londra (dal 21 ottobre 2015 al 14 febbraio 2016) ed ora riadattata e ampliata per il Vitra Design Museum, è stata curata da Jolanthe Kugler, Tanja Cunz, Heng Zhi e Janna Lipsky, e presentata dalla stessa Kugler, insieme a Demetrios Eames, direttore degli uffici Eames, Mateo Kries, direttore del Vitra, e Catherine Ince, curatrice al Barbican.

Il percorso espositivo ha inizio nella struttura principale del Campus, progettata da Frank Gehry, che ospita la retrospettiva Charles and Ray Eames. The power of design: qui, attraverso oltre 500 pezzi in esposizione, si ha l’opportunità di ottenere una panoramica completa delle opere e della vita della coppia. Parte della mostra documenta l’inizio della loro collaborazione (1947), che portò alla creazione di lavori per l’esercito americano, progetti propri sperimentali e su commissione, film, mostre e architettura d’interni. Vengono poi presentati i loro progetti di mobili, che garantirono loro notorietà e successo: tra questi i mobili in fibra di vetro, la celebre Lounge Chair, i gruppi alluminio e i “wire chair”costituiti da reti metalliche, divenuti pietre miliari del design. Un’ altra sezione, invece, è riservata a costruzioni e interni, tra i quali spicca la casa che gli Eames progettarono per loro stessi, pratica ed adatta al modo di vivere e lavorare della coppia. Si ha, inoltre, l’occasione di vedere alcune delle prime installazioni multimediali audio-video del duo, che li innalzarono a precursori dell’era multimediale, come il film “Glimpes for the USA” (1959) e lo show di diapositive “Think”(1964).

Solo fino all’11 febbraio 2018, nella Vitra Gallery, si può visitare la mostra Play Parade. An Eames Exhibition for Kids. Ritenendo che non solo i bambini potessero imparare giocando, Charles e Ray utilizzarono il gioco come grande fonte di cretività: in una installazione piena di forme e colori, che catapulta il visitatore nel mondo degli artisti, la mostra presenta giochi, cortometraggi, oggetti appartenenti alla collezione di giocattoli della coppia, maschere di cartone indossabili con le sembianze di animali … I visitatori sono invitati a osservare, giocare, partecipare.

La Fire Station, ideata da Zaha Hadid, ospita la mostra Ideas and Information. The Eames Films, che presenta Charles e Ray in veste di precursori delle nuove tecnologie mediali e forme di divulgazione del sapere. Vengono proiettati, uno dopo l’altro, 60 dei 110 films e cortometraggi che il duo americano creò a partire dagli anni ’60. Ci sono anche installazioni multimediali e mostre su tecnica e scienze naturali. Inizialmente utilizzati come mezzo di diffusione delle loro idee e dei loro progetti, i cortometraggi divennero presto un mezzo esemplare ed immediato per la diffusione del sapere e punto d’incontro tra design, tecnica e innovazione.

Il percorso termina al Vitra Schaudepot, progettato da Herzog & de Meuron, con Kazam! The Furniture Experiments of Charles and Ray Eames”: la prima presentazione della vasta collezione di mobili (di serie e sperimentali) degli Eames acquisiti dal 1988 dal Vitra. Prototipi, esperimenti, modelli di studio spiegano il lungo e complesso processo di progettazione di ogni modello ideato della coppia. Il titolo è la forma onomatopeica del rumore prodotto da una macchina, creata alla fine degli anni ’40 da Charles e Ray, con la quale si poteva deformare il legno laminato in maniera tridimensionale.

L’Eames Forniture Sourcebook è il catalogo che il Vitra pubblica con An Eames Celebration e che illustra la nascita dei più importanti schizzi di mobili della coppia, basandosi su modelli, studi di materiali, prototipi ed esempi di prodotti.

Le mostre sono visitabili ogni giorno dalle 10 alle 18.

Sono previsti anche conferenze, workshops, tour e discussioni, in cui è possibile approfondire ulteriormente il mondo degli Eames.

Anna Francica

  • img1
  • img2
  • img3
 Versione stampabile




Torna