Nonostante le difficoltà create dal terremoto i marchigiani non mollano … e la provincia di Pesaro Urbino, la provincia plurale nell’unica regione plurale d’Italia, è venuta a Milano ed ha presentato la sua offerta turistica.

Oggi le Marche fanno tendenza per la bellezza e il saper fare.- ha detto Raimondo Orsetti, dirigente della Regione Marche - Viaggiare nei nostri territori è una scoperta continua e l’offerta turistica è qualificata e in grado di soddisfare i palati più efficienti a prezzi di estrema convenienza.

In questa provincia, poi, non mancano neppure le figure simbolo, veri e propri testimonial immortali: da Rossini a Raffaello, dalla Tebaldi a Bramante, da Lisippo alla Gioconda fino a Valentino Rossi e Luciano Pavarotti.

Guardare e ammirare il passato senza mai perdere di vista l’innovazione e il futuro. Abbiamo valori e caratteristiche che ci fanno essere competitivi. - ha aggiunto Alberto Drudi, presidente della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino - Urbino, luogo centrale del Rinascimento italiano, propone arte, musica, cultura, chiese, teatri, ville storiche ...

Pesaro e Urbino è un territorio unico, soprattutto dal punto di vista dell’offerta turistica. Nello spazio di poche decine di chilometri - ha sottolineato Amerigo Varotti, vice presidente dell’ente camerale con delega alla promozione del territorio - convivono mare e monti, spiagge sabbiose e di ciottoli, alcuni dei borghi più belli al mondo e i parchi naturali, le atmosfere suggestive e silenziose dell’entroterra e le ville storiche, lo sport e le sedi termali, l’enogastronomia e i luoghi di cultura, le rocche e chiese.

Una straordinaria contaminazione di generi e di tradizioni rendono questo territorio uno scrigno di sorprese. In questa provincia si trovano ben 9 Borghi più belli d’Italia (piccoli centri abitati italiani di spiccato interesse storico e artistico) dei 23 assegnati alla Regione Marche. Lungo la costa, poi, sono state assegnate a Pesaro, Fano, Gabicce Mare, Mondolfo-Marotta alcune delle 17 Bandiere Blu (eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio) delle Marche. Ben 4 delle 21 Bandiere Arancioni (marchio di qualità turistico-ambientale assegnato alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno anche offrire al turista un’accoglienza di qualità) assegnate alle Marche sono Frontino, Gradara, Mercatello sul Metauro e Mondavio.

Nel corso degli anni nell’intera provincia si è diffusa la cultura dell’ospitalità: 284 sono gli alberghi, suddivisi in 5 stelle (2), 4 stelle (31), 3 stelle (165), 2 stelle (65) e 1 stella (24). Non mancano gli alberghi diffusi (2), le residenze d’epoca (2), i campeggi (24), gli agricampeggio (8), agriturismo (238), country house (90), residenze turistico-alberghiere (13), case per ferie (17), case religiose (2), ostelli per la gioventù ( 7), rifugi alpini (6)ed aree di sosta per camper (40). L’ambiente è ideale per vivere una vacanza, non solo d’estate, ma anche tutto l’anno.

Nel corso dell’incontro con la stampa e le agenzia di viaggio Amerigo Varotti ha raccontato l’offerta turistica con grande passione, tra aneddoti e curiosità.

La provincia di Pesaro e Urbino si è completamente reinventata: un cambiamento epocale per una provincia, che è stata, nei secoli, prima agricola e, poi, a forte vocazione manifatturiera. - ha spiegato Varotti - A cambiare sono state le persone, a cominciare dagli imprenditori del turismo. Hanno modificato la loro visione, sostenendola sia con progetti sia con investimenti significativi e una passione così intensa da essere trasmessa ai propri collaboratori e all’intera filiera. Un effetto domino che ha generato buone prassi e sinergie importanti che permettono alla provincia di ospitare eventi e iniziative per dialogare costantemente con tutti coloro che, Italia e nel mondo, che condividono la passione per una vacanza bella e di qualità, in un ambiente protetto e sicuro.

Info: www.unplipesarourbino.it - www.turismo.marche.it - www.turismo.pesarourbino.it.

 Versione stampabile




Torna