La collezione autunno/inverno 2017/2018 delle borse di Paola Bonacina rendono omaggio alla Magna Grecia, alle sue Dee, alla femminilità pura.

Alfa, beta, gamma, delta e, poi ancora, sigma, theta, omega, omicron, xi, le lettere potrebbero continuare all’infinito perché il mood di questi piccoli scrigni sembra non volgere mai al termine. Il solo racconto non è sufficiente per narrare la loro storia, quello che rappresentano.

Firmate dai più grandi artigiani, le borse di Paola Bonacina sono senza tempo, contemporanee e futuribili, da indossare durante la giornata o da esibire con stile, un tocco di colore e di luce, riflessi nell’eterno cielo della moda, sono un oggetto imprescindibile per le donne dall’eleganza indiscussa.

Il viaggio di Paola Bonacina è un sogno che vaga libero tra i profumi delle zagare e del bergamotto, che traccia linee orizzontali le quali si vanno a intersecare con quelle verticali per dare vita a dei piccoli oggetti preziosi per donne eleganti e raffinate, mai banali e sempre attente al glamour. Façon d’alta sartoria, sono realizzate a Milano dai migliori artigiani del settore. Pellami colorati nelle tinte più stravaganti si vestono di candide pellicce. Borse mistiche e severe per dettare le mode e non farsi sopraffare dalla banalità, oggetti che intendono rappresentare un omaggio alla bellezza delle donne, a quelle divinità greche che ne sono state un simbolo indiscusso.

Sono dei veri oggetti del desiderio di cui non si può e non si deve fare a meno. Sono vitaminiche e a tratti choc, ma sanno emozionare e diventano amiche inseparabili.

Per l’autunno inverno 2017/2018 vince il taglio, la struttura diventa un elemento importante e gli abbinamenti sono il vezzo di femminilità. Ambasciatrice del made in Italy, per lei il domani è fatto solo di classe ed eleganza.

Ogni modello è un’interpretazione tematica che parte dalle nuance. Un arcobaleno di proposte dai colori luminosi e dorati, quali il blu abbinato all'oro, il golden rose, il bronzo, il giallo e il rosa. Scintillanti tocchi di magia per ricordare la luce dell’Olimpo e delle sue Dee.

Per Paola Bonacina la collezione è: femminilità pura perché una grande donna ha sempre una borsa che la identifica, è un oggetto da cui non ci si separa, che diventa parte integrante del proprio essere. - spiega la stilista - Ogni donna può cambiare i look, ma la borsa c’è, ti segue, ti completa, ti rende unica. È identità. Un oggetto che nasconde gioie e dolori, pensieri e ansie. Lì dentro c’è la vita di una donna e, in una società in cui ogni uscita è un trasloco, la borsa è una casa mobile. Dove non si trova nulla, ma che nasconde quello che la donna è.

  • img1
  • img2
  • img3
 Versione stampabile




Torna