La produzione di melanina nella cute è a carico del melanocita, cellula di derivazione neuronale, presente a livello dello strato basale dell’epidermide. Nel melanocita la produzione di melanina avviene all’interno dei melanosomi, particolari strutture citoplasmatiche, che vengono poi cedute ai cheratinociti determinando il colore della pelle. La diversa forma e volume dei melanosomi determina i diversi colori di cute che differenziano la razza negroide da quella orientale e da quella caucasica.

La produzione di melanina ha la principale funzione di difendere la cute dal danno solare ma anche da altri tipi di danni come traumi quali esfoliazioni o altre lesioni (cerette, peelings…). Il danno induce la liberazione di un particolare ormone chiamato MSH (ormone melanocita stimolante) che agisce sul melanocita attivando la sintesi dei melanosomi contenenti la melanina e la cessione di questi alle cellule epidermiche.

La riduzione della melanogenesi può avvenire:

1) Prevenzione del danno da UV (o da altro) e la conseguente infiammazione e produzione di radicali liberi, che danneggiando il DNA del cheratinocita inducono la formazione di MSH, attraverso l’utilizzo di protezione solare con filtri fotostabili e principi attivi lenitivi come Pantenolo e burro di karitè, ed idratanti come acido ialuronico ed antiossidanti come Isoquercetina

2) Riduzione della sintesi dell’enzima Tirosinasi attraverso la riduzione della produzione di MITF (Microphtalmia Associated Transcipription Factor). Quest’ultima può avvenire occupando, sulla membrana del melanocita, il recettore MCR1, con antagonisti dell’ormone MSH, come l’Undecylenoyl Phenilalanina, oppure occupando il recettore del TGF beta con suoi antagonisti come l’oligopeptide 68.

3) Riduzione dell’attività dell’enzima Tirosinasi con suoi antagonisti come: acido azelaico, arbutina, acido glicirretico, acido kojico.

I Prodotti Chrono Age ® White

Skin Normalizer - Crema schiarente giorno e notte - Emulsione illuminante e schiarente, dona alla pelle un colorito più luminoso, uniforme e leggermente schiarito. Riduce la Melanogenesi, contrastando l’attività dell’enzima Tirosinasi. Grazie all’azione sinergica di ingredienti specifici di origine vegetale, agisce sia a livello superficiale favorendo il rinnovamento cellulare dello strato corneo, sia in profondità agendo a livello enzimatico per dare una colorazione della pelle meno intensa e più uniforme. L’utilizzo abbinato con lo specifico siero ad azione mirata per le macchie cutanee, permette di migliorare i risultati in termini di uniformità dell’incarnato e riduzione dell’intensità delle macchie. Grazie ad un innovativo abbinamento di diversi derivati del complesso vitaminico A-C-E si ottiene un sinergico e più efficace effetto antiossidante, di protezione della cute dai radicali liberi e dai danni ad essi connessi, ed un’azione illuminante e uniformante. L’aggiunta della niacinamide al resto delle molecole funzionali rende questo prodotto efficace nel trattamento depigmentante e uniformante di tutti i tipi di pelle.

Principi funzionali: Vitamina C & derivati - La vitamina C è importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario e la sintesi di collagene nell'organismo. Vitamina E & derivati - La vitamina E è una vitamina liposolubile. Ha azione idratante, antinfiammatoria e lenitiva. Applicata sulla cute riduce la formazione di lipoperossidi e rallenta il fotoinvecchiamento. Vitamina A & derivati - La vitamina A stimola la sintesi di collagene ed elastina ed è efficace nel prevenire il foto-invecchiamento. Niacinamide - La Niacinamide è una forma biologicamente attiva della niacina (Vitamina B3), e agisce come potente antiossidante : Riduce il trasferimento dei melanosomi dal melanocita al cheratinocita. Migliora la funzione barriera della pelle attraverso diversi meccanismi tra cui la riduzione della TEWL, mentre stimola la sintesi di Collagene e la microcircolazione cutanea. Alfa-Arbutina - L’Arbutina è glucoside naturale che inibisce efficacemente la produzione di melanina agendo specificamente sull’enzima tirosinasi; inoltre consente di accelerare la decomposizione e lo smaltimento della melanina stessa. Questo le conferisce un’attività schiarente e depigmentante: test in vivo dimostrano un effetto sulla luminosità della pelle paragonabile e/o superiore ad altre molecole sbiancanti. Acetyl Cysteine - Questa molecola esplica sulla pelle un'azione di inibizione dei ROS (Radicali Liberi dell'Ossigeno), che oltre ad essere causa di un precoce invecchiamento della pelle, provocano infiammazione e danno delle strutture profonde. Liquirizia - L'estratto di liquirizia ha proprietà schiarenti grazie ai suoi principi attivi quali: la glabrina, il glabrene e l'isoliquiritina che inibiscono la produzione di melanina. Ha proprietà anti-infiammatoria derivante dalla Glicirrizzina e dal suo derivato acido glicirretico. Ribes Nero Olio - L’olio di Ribes Nero è ricco di antocianine e polifenoli, ha un elevato potere antiossidante Materiale formativo riservato Collaboratori Dermophisiologique- Settembre 2015 Pag. 3

Skin Photoblock - Crema alta protezione SPF30 - Emulsione leggera e facilmente massaggiabile; dona alla pelle una sensazione di freschezza lasciandola idratata. Grazie all’utilizzo di emollienti di origine vegetale combinati attivi mirati, questa crema è adatta a tutti i tipi di pelli, specialmente quelle più mature svolgendo un’azione antiaging. L’utilizzo di filtri solari garantisce un fattore di protezione UVB pari a 30, quindi adatto a fornire una buona schermatura dai raggi solari durante l’esposizione del viso.

Principi funzionali: Acido Ialuronico (Sol.) - Si occupa di mantenere il corretto grado di idratazione, turgidità, plasticità e viscosità della pelle. Agisce come sostanza cementante e come molecola anti-urto prevenendo il danneggiamento delle cellule del tessuto da stress fisici. Burro di Karitè (Fraz. Insaponificabili) - Burro dalle proprietà emollienti, lenitive, idratanti e riepitalizzanti. Ciò che lo rende così adatto alla pelle è il suo alto contenuto di acidi grassi indispensabili per l’idratazione e l’elasticità della pelle. Ricco naturalmente di vitamine A,E ed F. Isoquercetina - L’isoquercetina è un potente antiossidante naturale e agisce in modo efficace contro le specie radicaliche reattive dell’ossigeno (ROS), come il radicale superossido. Questi sono prodotti del metabolismo cellulare, e possono raggiungere concentrazioni drammaticamente elevate a seguito di stress ambientali (esposizione ai raggi UV e/o calore) e causare danni al tessuto cutaneo ed invecchiamento precoce della pelle. L’isoquercetina è inoltre attiva contro la formazione degli AGEs, infatti ne riduce la formazione inibendo la glicazione del collagene e quindi rallentando l’invecchiamento cutaneo. Acqua di Hamamelis Virginiana - Proprietà decongestionanti, astringenti ed emollienti. Grazie all’elevata quantità di molecole attive come tannini e flavonoidi, mostra anche importanti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Oliva (Olio) - Questo lipide è composto da una parte lipidica,che ha proprietà idratante, protettiva ed emolliente, e da una componente “insaponificabile”, ricca di vitamine A ed E, che le dona ulteriori proprietà quali: azione ristrutturante e anti età attivando il metabolismo cutaneo e favorendo la rigenerazione di collagene, azione protettiva e antinvecchiamento contrastando l’invecchiamento delle cellule causato dai radicali liberi e dai raggi solari. Pantenolo - Applicato localmente viene assorbito dalla pelle e trasformato in acido pantenoico che è la provitamina B5. Il Pantenolo ha la funzione di idratare in profondità la pelle e stimolare l’epitelizzazzione. Ha inoltre effetto antinfiammatorio, è utile nella prevenzione di eritema e desquamazione solare.

Skin Photocontrol - trattamento localizzato macchie brune - Questo prodotto è stato ideato e realizzato per il trattamento di inestetismi localizzati, come le macchie che spesso si formano su pelli non giovani soprattutto su mani e viso. La sua azione è fortemente schiarente, inibisce la melanogenesi impedendo la produzione dell’enzima Tirosinasi grazie a principi funzionali altamente tecnologici quali: l’Undecylenol Phenylalanina, antagonista dell’MSH per il recettore MCR1, e l’Oligopeptide 68, polipeptide mimetico del TGF beta che interagendo con lo specifico recettore sul melanocita blocca la sintesi di MITF. L’emulsione ha una texture morbida, facilmente massaggiabile e ideata per essere assorbita velocemente, rappresentando un ottimo veicolo per principi attivi depigmentanti concentrati tali da essere efficaci per un trattamento intensivo e mirato.

Principi funzionali: Undecylenoyl Phenylalanine - Azione schiarente e depigmentante dovuta alla sua particolare forma in gardo di inibire la produzione di dell’enzima Tirosinasi capace di bloccare il processo di sintesi di Melanina. Oligopeptide-68 - Complesso polipeptidico biomimetico del TGF beta, interagendo con il recettore del TGF beta riduce la produzione di MITF e quindi riduce la produzione dell’enzima Tirosinasi e quindi la sintesi di melanina. Acido Cogico (Kojic Acid) - Inibisce l’enzima tirosinasi, chelando il rame nel sito attivo. Presenta buone proprietà antiossidanti, antibatteriche ed antifungine. Acido Fitico (Phytic Acid) - Viene spesso abbinato ad AHA con forte potere esfoliante, dato che l’Acido fitico agisce limitando l’infiammazione dei tessuti e contrastando la formazione di radicali liberi. Favorisce l’idratazione cutanea, ha azione normalizzante e aumenta luminosità ed elasticità della pelle. Vitamina E - Ha azione idratante, antinfiammatoria e lenitiva. Applicata sulla cute riduce la formazione di lipoperossidi e rallenta il fotoinvecchiamento.

Meccanismo d’azione di Skin Photocontrol - Il processo di pigmentazione è dovuto ad un serie di fattori suddivisibili in due componenti primarie: una componente genetica (fototipo caratteristico dell’individuo) principalmente legata al MITF (Microphthalmia-associated transcription factor) ed una variabile legata per esempio all’esposizione UV e regolata principalmente dall’ormone -MSH e dall’enzima tirosinasi. Questo prodotto si propone di distinguersi dai concorrenti in commercio per l’innovativo approccio al problema dell’iperpigmentazione; infatti si è cercato di migliorare l’efficacia del prodotto agendo non solo su un singolo step del processo di melanogenesi (solitamente inibendo l’enzima tirosinasi), ma a cascata su tutti gli steps che portano alla formazione di melanina e quindi all’iperpigmentazione della pelle. La produzione di melanina dovuta invece a fattori variabili come l’esposizione ai raggi UV e all’ormone melanotropo (-MSH) è caratterizzata da una serie di reazioni ossidative a partire dall’amminoacido tirosina, che catalizzato dall’enzima Tirosinasi forma una specie molto reattiva, l’o-dopachinone che, per successive reazioni forma i diversi tipi di melanine (eumelanina e feomelanina). Attualmente la maggior parte degli attivi utilizzati nei prodotti schiarenti agisce inibendo direttamente l’enzima tirosinasi (es: Idrochinone e Arbutina). Si dimostra che agendo non solo sull’inibizione di Tirosinasi, ma anche sui passaggi precedenti del processo si ottiene un effetto di depigmentazione e maggior luminosità comprovato sia da test in vitro che in vivo

L’Undecylenoyl Palmitate agisce principalmente come antagonista dell’ormone melanotropo (MSH) che, interagendo a sua volta con il recettore MC1R localizzato silla superficie dei melanociti, avvia la cascata di reazioni che portano all’attivazione della tirosinasi. Come detto in precedenza questo approccio innovativo dipende dall’attività inibente di ogni fase che precede la formazione di Tirosina. L’effetto che si ottiene è una diminuzione della concentrazione delle molecole coinvolte in tutte le fasi che portano alla melanogenesi, ma soprattutto ad un miglioramento dell’effetto schiarente ed illuminante della pelle in confronto alle più diffuse molecole attive come depigmentanti.

  • img1
  • img2
  • img3
 Versione stampabile




Torna