Nata da una famiglia di ristoratori il 21 luglio del 1974 a Salerno esordisce girando le pizze a soli 7 anni!

Viviana Varese: la giovane promettente chef del nuovissimo ristorante Alice di Milano

  Food and beverage  

Il diploma all’istituto magistrale, conseguito per evitare una vita frenetica, non serve a cambiare  un destino di passione, menů creativi e fornelli. Cosě, inizia a lavorare nella trattoria di pesce del padre dove apprende i primi rudimenti del mestiere.Nel 1995, a 21 anni, il primo stage al ristorante Mediterraneo di Piacenza dove, affiancata al giovane chef formatosi alla Casina Rossa - storico locale  del golfo di Napoli - acquisisce la prima  base della cucina mediterranea e della pasticceria.

Segue l’importantissimo stage all’Albereta di Erbusco del famosissimo Gualtiero Marchesi -  2 stelle Michelin - e apprende cosa significa l’organizzazione di un grande ristorante.

Il debutto ha la data del 29 maggio 1999: Nasce il suo primo ristorante, il Girasole, ad Orio Litta, nella terra del  lodigiano. La formazione e la conoscenza del settore continuano per evolvere e migliorare  la sua

Cultura gastronomica e il Girasole: corsi di formazione professionale alla cittŕ del gusto del prestigioso Gambero Rosso, con argomenti culinari studiati e approfonditi o come il master sul cioccolato conseguito con Maurizio Santin, uno dei migliori pasticceri per la ristorazione, 2 stelle Michelin.

Nel 2005 partecipa al festival “della Cozza Tarantina” posizionandosi al 3° posto su 98.

L’incontro con la sua socia Sandra Ciciriello č significativo in quanto č Sandra essendo esperta venditrice di pesce, a portare al ristorante il meglio del pesce che arriva al mercato ittico di Milano.

Da questo incontro incomincia l’evoluzione, migliorare il piatto, ricominciare a studiare, cercare prodotti di nicchia e di grande qualitŕ.

La Varese fa vari corsi, l’Alma Istituto Europeo di Arti Culinarie, dove il rettore č G. Marchesi, fa un corso sulla cucina creativa con Moreno Cedroni.

Molti corsi di pasticceria alla cast alimenti di Brescia, con Jordi Butron (ristorante Espace Sucre di Barcellona), con il campione del mondo di pasticceria Leonardo di Carlo.

Lei comunque si definisce autodidatta, ultima sua conoscenza significativa č stato trascorrere alcuni giorni da Gennaro Esposito da qui č nata l’amicizia con il suo primo chef  Salvatore Laragione .

Viviana ci tiene a dire che senza il pesce di Sandra , la carne del mastro macellaio Franco Cazzamali, le farine naturali del Molino Marino, la pasta di Don Gennaro (pasta Gerardo di Nola) e la cortesia di Ferdinando del caseificio La Fenice, tutto questo non sarebbe possibile.

Questi signori che sembrano perfetti sconosciuti sono per gli intenditori la fortuna dei grandi chef,  le grandi materie!!!

Alla fine di Marzo č avvenuta l’inaugurazione del Ristorante Alice  di Via Adige al 9 a Milano. All’ingresso un lungo bancone bar e sulla destra la moderna cucina tutta in acciaio. Oltre il locale bar  una stanza adibita unicamente per la zona cantina/vino con oltre 200 etichette.

Tra i vini da dessert: marsala dolce  “il Carpino”, malvasia passito colli piacentini “Negrese”,  moscato   bianco   passito   frimaio   “Rizzi”, breganze “Miotti”, piccolit “ Marco Sara”.

Alla fine della stanza una scala che porta al piano inferiore  e piů avanti la “Sala del Sole” con una capienza di 12 posti.

La scala porta a 3 ulteriori sale dal soffitto di mattoni a botte: “ Sala Madre” 24 coperti, “Sala dell’Amore” 8 coperti, “Sala degli amici” 12 coperti.

Oltre al menů con antipasti, primi, secondi, crudi e dolci, vi sono anche 3 menů degustazione: menů Deborah €. 50,00, menů Sandrina e menů Viviana a €. 60,00, i menů si intendono sempre per un minimo di 2 persone.

Il Ristorante č aperto sia a mezzogiorno, con la possibilitŕ di piatti unici  da  15,00 a 18,00  €. che alla sera  durante tutta la settimana  tranne la domenica a pranzo.

(f.d.s.)

 Versione stampabile




Torna