Martedì 29 novembre 2016, a Milano, in Piazzale Cadorna è stato inaugurato un nuovo punto vendita di street food di èPasta, la start-up innovativa, che ha brevettato e realizzato un format di ristorazione di street food di qualità incentrato sulla dieta Mediterranea, che nel 2010 a Nairobi è stata riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità.

La produzione avviene all’interno di un container marittimo rigenerato: una vera e propria cucina professionale, che può essere trasportata su camion, treno, cargo e posizionata in strade, piazze, centri commerciali, stazioni e punti di passaggio. Non solo … il food box, la posata e il bicchiere che vengono serviti sono biodegradabili e compostabili.

All’inaugurazione è intervenuto anche Pierfrancesco Majorino, Assessore alla Politiche sociali del Comune di Milano, che ha testimoniato che il progetto non solo offre un prodotto base della dieta mediterranea italiana, la pasta, comune a tutte le religioni, ma:permette anche il reinserimento, nel mondo del lavoro, delle persone fragili e svantaggiate.

èPasta, infatti, è un progetto di Anonima Cibi srl, start-up iscritta al Registro delle Imprese, sezione start-up innovative, che, grazie al Bando Welfare promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali, ha sottoscritto una convenzione con il Comune di Milano per il reinserimento lavorativo di persone disagiate e senza occupazione, selezionate di concerto con il Centro mediazione lavoro (CELAV), l’Agenzia Metropolitana per la formazione, l'orientamento e il lavoro (AFOL), e di risorse con disabilità individuate tramite la Cooperativa Via Libera.

Il progetto è sponsorizzato da La Tavola Italiana, l’associazione che valorizza il gusto e la salute connessa con i prodotti, le aziende e i territori italiani e quindi promuove anche lo Street Food di qualità nelle metropoli italiane.

ePasta propone 12 tipi di sughi (burro e salvia, pesto, noci, pomodoro e basilico, pomodoro e peperoncino, melanzane e pecorino, cacio e pepe, ragù di carne, ragù di pesce, frutti di mare, acciughe e sgombri, aglio olio e peperoncino) da combinare con 7 tipi di paste tra semplici e ripiene (mezzo pacchero, trofie, gnocchi, testaroli, scialatielli, ravioli ricotta e spinaci, quadrati al brasato di manzo e altre specialità di stagione), secondo il gusto del consumatore con due prezzi: 5,00 euro le paste semplici + condimento a scelta e 6,00 euro le paste ripiene + condimento a scelta. L’intero processo - la scelta della pasta, la sua cottura, il condimento, la consegna del food box - è tutto a vista. Prima si sceglie, poi, se si vuole, si guarda come lavorano nel container professionale,

Il format ha già ottenuto una speciale menzione per l’originalità al concorso K-idea del Parco Tecnologico Kilometro Rosso, ha ottenuto il finanziamento di Unicredit con il supporto del Fondo di Garanzia per le Start-up del Ministero dello Sviluppo Economico ed è operativo con il primo punto vendita a Milano.

èPasta, che è già a Milano, da maggio 2015, con un altro punto vendita in Largo Gemelli, ha in programma l’apertura di 5 punti vendita in Milano entro il 2017.

I prodotti e gli ingredienti de La Tavola Italiana possono essere acquistati sul sito della piattaforma di e-commerce www.cibour.com e ritirati presso lo spazio di Piazzale Cadorna.

Info: www.epastait.com.

G.S.

  • img1
  • img2
  • img3
 Versione stampabile




Torna