Roberto Fiorello, detto Betto, il proprietario del locale, inaugurato da pochi mesi a Milano, in corso di Porta Ticinese, è siciliano di nascita e milanese d’adozione.

Betto è la naturale estensione dei profumi e sapori con cui sono cresciuto - spiega Roberto Fiorello - in una famiglia innamorata della cucina popolare, quella che oggi chiamiamo “street food”, dedita a tramandare e conservare le ricette della tradizione pasticcera siciliana. L’attenzione alla qualità fa parte del know how di famiglia, che ha fatto del “Made in Sicily” una storia aziendale decennale.

Costa Group ha realizzato per Betto Dolceria Rosticceria Siciliana un ambiente in stile romantico barocco: un elegante bancone nero, che attraversa il locale per tutta la lunghezza, espone le tante variazioni sia della pasticceria sia della rosticceria siciliana; alle pareti c’è boiserie nera, alternata a texture di rose in fiore; a soffitto troviamo le luminarie colorate, quelle usate per le tradizionali feste popolari, che spiccano per contrasto sul nero delle travi lasciate a vista. Ed ancora … suppellettili di ogni genere, centrini della nonna sui tavolini, sedie personalizzate con borchie e logo dorati, pellame rosso intenso per gli sgabelli, cornici dorate …

Come, ai tempi del Gattopardo, un bar storico diventava punto di incontro da vivere tutto il giorno, così, oggi, Betto ha realizzato un luogo, dove è possibile regalarsi una pausa dalla frenesia della vita urbana fatta di accoglienza, gentilezza ed ottimo cibo.

Il gusto è protagonista durante tutto l’arco della giornata, dalla colazione fino a notte: si parte con le colazioni, con caffè e brioche, si passa per il pranzo, con il banco ricco di pietanze cucinate la mattina, e si arriva all’aperitivo, con degustazione di selezioni di prodotti regionali.

La scelta è ampia, sia per la rosticceria sia per la pasticceria: tutto è realizzato con prodotti del territorio siciliano secondo tradizionali ricette.

Per quanto riguarda la rosticceria non mancano mai i pezzi forti dello street food delle piazze e dei mercati rionali: troviamo, ad esempio, gli arancini di riso, proposti in diverse ricette - classici al ragù e piselli, al burro, alla norma con il basilico fresco, o innovativi al tonno e melanzane, al pistacchio e mortadella o al nero e ragù di seppia - i pitoni croccanti con la scarola, acciuga e formaggio, le mozzarelle in carrozza, la parmigiana di melanzane e la caponata, il pane cunzatu con affettato di prima scelta e il tonno rosso sott’olio delle Eolie.

Per quanto riguarda la pasticceria troviamo, ad esempio, i cannoli, sempre friabili e profumati, con ricotta di pecora bio e granella di pistacchio, rigorosamente farciti al momento con la “buccia” fine fine e croccante, le granite di gelsi, mandorle, caffè, limone, pistacchio servite con panna montata e brioche siciliane, quelle che a Milano chiamano “con il cappello”. Immancabili, naturalmente, le paste di mandorla, la piccola pasticceria con i cestini di frolla, i bignè con la crema fatta con … tante uova. Le cassate, poi, sono un mono‐boccone e sono servite in piattini dorati, come fossero dei piccoli gioielli.

Il “Caffè di Betto”, invece, viene da una da una delle più importanti torrefazioni di Napoli: è una miscela composta da nove arabica ed una robusta, dal gusto pieno e vellutato con decisi sentori di cioccolato e frutta secca, proprio come recita l’etichetta dei barattoli che vengono venduti per il consumo domestico. Per preservarne tutta la qualità, viene utilizzata una macchina a leva che lavora ad infusione; l’acqua esce sempre alla stessa temperatura e ad una pressione più forte decrescente, da 14 bar a 0; questa operazione permette di avere nella tazzina anche i grassi nobili e gli aromi volabili che donano quella viscosità e densità uniche.

Per il pranzo e per la cena è stato creato un menù di piatti semplici e genuini, molti dei quali a base di pesce che arriva direttamente da Mazara del Vallo. Tra i piatti a menu citiamo, ad esempio, il polpo arrosto su vellutata di patate e finocchi, la ricciola al forno, le tartare di gambero rosso o di spigola o il cous cous di verdure.

L’aperitivo, oltre ad alcune proposte di vini al calice, si compone di una cocktail list di grandi classici rivisitati con un’aria di Sicilia e di una selezione di tapas molto sfiziose.

Molti dei prodotti usati per la preparazione dei piatti possono essere acquistati in negozio in piccole confezioni per essere consumati a casa o anche per fare un regalo.

Per quanto riguarda il vino, ci sono solo due tipi di bianco ed altrettanti di rosso della cantina Tasca D’Almerita, una eccellenza siciliana.

Info, prenotazioni: Betto Dolceria Rosticceria Siciliana - Corso di Porta Ticinese 58, 20123, Milano - tel 0239810898

Giovanni Scotti

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
  • img6
 Versione stampabile




Torna