Giovedì 20 ottobre, a Milano, presso la Spazio Anni Luce, nei pressi di Porta Venezia, è stata presentata la stagione invernale della Val Gardena, la regina delle Dolomiti Ladine, che ha portato nel capoluogo lombardo anche alcuni dei suoi prodotti più rappresentativi.

La stagione invernale in Val Gardena, tra le Dolomti Patrimonio Unesco, immersi nel cuore della cultura ladina, si aprirà ai primi dicembre, con il tradizionale Ponte dell’Immacolata, cui seguirà la Coppa del Mondo di sci alpino sulla pista Saslong, lunga 3,4 km con un dislivello di 839 metri, in programma il 16 e 17 dicembre, e poi il lungo periodo del Natale, fino al Capodanno e all’Epifania di gennaio 2017 e, poi, sci, sport invernali, eventi, cultura, tradizioni, fino alla festa finale del 1° aprile, con la Gardenissima 2017, lo slalom gigante più lungo del mondo.

Anche questa stagione invernale la Val Gardena offre scenari mozzafiato e numerose opportunità per vivere una vacanza all’insegna di sport, sapori e tradizioni. A partire dal Sellaronda, il mitico giro sciistico intorno al massiccio del Sella, con il collegamento all’Alpe di Siusi e il Dolomiti Superski (12 comprensori sciistici e 1.200km di piste). Un solo skipass per oltre 500 km di piste collegate, il 95% delle quali coperte da innevamento artificiale e dotate di impianti di risalita tra i più sicuri al mondo, rispettosi delle tante normative della Comunità Europea. Ogni pista viene sistemata, ogni giorno, grazie alla disponibilità di oltre 300 gatti delle nevi. Grandi e piccini possono scegliere fra 5 Scuole di sci alpino e 2 Scuole di Alpinismo per imparare e divertirsi dentro e fuori dalle piste.

Ma la Val Gardena significa anche gastronomia di alta qualità, arte e cultura: la valle, infatti, ha una storia importante ed anche tradizioni molto forti, che, da sempre, esprimono con molto vigore il patrimonio della cultura Ladina. Ogni anno sono organizzati eventi che trasmettono ai visitatori le peculiarità di tale patrimonio. La cucina gardenese, da quella dei ristoranti “stellati” a quella dei rifugi e dei masi, propone antiche ricette rielaborate dalla fantasia di chef e di cuochi, che utilizzano molto le materie prime locali.

Dal 25 novembre al 24 dicembre 2016 si può cogliere l’offerta speciale “Val Gardena Superpremière”, che garantisce 4 pernottamenti, 4 giorni di skipass e noleggio dell’attrezzatura sciistica al prezzo di soli 3 giorni, con 3 ore consecutive di lezioni private nelle scuole di sci, pagandone solo 2. L’offerta è proposta da tutte le strutture alberghiere aderenti. A fronte dei 3 giorni di vacanza pagati si godrà di un giorno gratuito in più, mentre con 6 giorni pagati se ne otterranno altri 2 gratis. Il primo pernottamento è previsto per 25-26/11/2016 il primo giorno skipass valido sarà il 26/11/2016 (gli impianti del comprensorio Val Gardena/Alpe di Siusi apriranno il 03.12.2016). L’ultimo pernottamento è previsto per il 23-24/12/2016. L’ultimo giorno skipass valido sarà il 24/12/2016. Lo skipass deve essere acquistato entro il 21/12/2016.

Nel periodo dell’Avvento, la Val Gardena è la Valle del Natale per antonomasia: alloggiando nei paesi di Ortisei, Santa Cristina e Selva, si può trascorrere una vacanza da sogno tra sci alpino, passeggiate sulla neve, sci di fondo, cucina tradizionale e tanta ospitalità, nel bel mezzo delle più belle montagne delle Dolomiti.

Selva di Val Gardena, per il periodo natalizio 2016, ripropone l’iniziativa “Mountain Christmas”. Il paese, incastonato tra le Dolomiti, ai piedi del massiccio del Sella, è il comune più alto della Val Gardena, proprio sul leggendario Ski-tour “Sella Ronda”, dove sciare vuol dire divertimento lungo oltre 500 km di piste. Anche quest’anno, le piste da sci saranno idealmente trasferite nella via pedonale del centro del paese, grazie ad una striscia continua di luci lunga 350 metri, in 12 piccole cabine della funivia in legno sarà possibile gustare il pan di zenzero, il vin brulé, le torte fatte in casa, la cioccolata di produzione artigianale o acquistare oggetti unici per il prossimo Natale. Allieteranno i cuori anche luci scintillanti e canzoni di Natale. La tradizionale arte della scultura gardenese sarà esposta in una bella mostra di presepi.(Info: www.mountain-christmas.com).

Ortisei diventa il Paese di Natale, con un Avvento vissuto con tutti e cinque i sensi. Nei vari stand del mercatino sono proposti prodotti originali e autentici: sculture e bambole in legno, ghirlande di Natale, lanterne, cornici, candele, prodotti in feltro. Si possono anche ascoltare le melodie natalizie, gustare i dolci fatti in casa, annusare il profumo del cibo e del legno che scaldano l’ambiente. Ogni giorno si possono ascoltare cori e corni di montagna o partecipare a corsi per imparare a realizzare tanti oggetti o piatti ladini. I bambini possono imbucare le loro letterine per Babbo Natale in una apposita cassetta postale, collocata in Piazza Stetteneck (Info: www.nadelurtijei.it/it/).

Il Mercatino di Natale di Santa Cristina, tradizionalmente offre tanti prodotti tipici, sia dell’artigianato sia della gastronomia locale. Posizionato in luogo panoramico, ai piedi del Sassolungo e del Castel Gardena, offre da sempre un’atmosfera particolare e tante buone idee per un regalo di Natale. Vasta l’offerta di dolci tirolesi e specialità che allieteranno i palati dei visitatori, i quali potranno assistere anche alle esibizioni dal vivo dei maestri scultori gardenesi e ascoltare musica e melodie di montagna. Ogni fine settimana e giorni feriali, dalle ore 10.00 alle ore 18:30, saranno sfornati i biscotti di pan pepato e gli squisiti “Spitzbuben”, biscotti di pasta frolla ripieni di marmellata alle albicocche. Web: www.mercatino-natale.it

Nel corso della serata milanese sono state proiettate immagini stupende delle montagne gardenesi, dei paesi e delle piste da sci, dal Seceda al Sellaronda, e del Gruppo del Sella e del mastodontico Sassolungo, monolite roccioso che milioni di anni custodisce, come un tesoro prezioso, questa incantevole vallata dell’ Alto Adige.

In un’atmosfera natalizia, con tanto di slitta e neve, l’evento ha permesso di immergersi nella vallata ladina attraverso i 5 sensi.

La gastronomia era rappresentata dai cuochi stellati Reimund Brunner e Mario Porcelli, dallo chef del rifugio Emilio Comici. Sono stati proposti anche il gin tonic del rifugio Sofie, prodotto a 2600 metri, il Keiserschmarrn del rifugio Salei e la birra artigianale “Monpier” del rifugio Saslonch. Era esposto anche il legno di cirmolo, che ha un ottimo profumo e favorisce sonno e benessere. Hanno allietato la serata la musica della Val Gardena e la preparazione delle corone dell’Avvento.

Giovanni Scotti

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
  • img6
 Versione stampabile




Torna