Ideato e voluto da OVS, Arts of Italy è l’innovativo progetto che si propone di sensibilizzare alla tutela e alla valorizzazione delle bellezze artistiche del nostro paese. È un viaggio nel tempo alla scoperta dell’immenso patrimonio artistico e culturale italiano.

Un obiettivo ambizioso che consente ad OVS di rendere omaggio all’arte italiana meno conosciuta con una collezione in edizione limitata e di devolvere risorse finanziare per ridare nuova vita a monumenti dall’inestimabile valore storico.

L’arte e la natura ci regalano spunti d’ineguagliabile bellezza e perfezione che da sempre sono fonte d’ispirazione per artisti e creativi nella realizzazione delle loro opere.

Arts of Italy è un viaggio che OVS, leader italiano nel fast fashion retail, percorre in lungo e in largo sul nostro territorio alla ricerca di suggestioni, interpretando il patrimonio artistico italiano attraverso l’innovativa chiave del dettaglio: un decoro, un fregio, la venatura di un marmo, le tessere di un mosaico.

E’ da qui che nasce una capsule collection in limited edition dal forte impatto visivo, realizzata dal team creativo di OVS prendendo ispirazione da alcuni importanti tesori dell’arte italiana la cui ricerca è stata affidata a Davide Rampello, curatore del progetto ed al suo team.

Dedicata a uomo e donna, sarà in vendita dal prossimo 20 maggio in alcuni selezionati store OVS e dal 19 maggio online su www.ovs.it.

Per la collezione donna i mosaici della Cattedrale di Salerno si trasformano in motivo policromo per gonne e abiti ondeggianti, o in decori di perline per t-shirt candide e pantaloni da jogging. Così il rosone di pietra della Chiesa di San Pietro di Tuscania (VT), viene riletto e ripetuto all’infinito nella trama di pizzi macramé candidi per crop top e abitini dalle maniche arricciate. Per le proposte maschili i decori geometrici della Casa romana di Spoleto migrano sulla camiceria regimental e sulle scarpe slipon di tela, mentre le prospettive barocche della cupola di Sant’Ivo alla Sapienza di Roma si ripetono all’infinito sulle t-shirt dall’attitude street, come le sculture in bianco Carrara della Scala dei Giganti del Palazzo Ducale di Venezia.

Una parte del ricavato derivante dalla vendita dei capi che compongono la collezione sarà destinata al restauro di alcuni capolavori dell’arte italiana.

Il progetto Arts of Italy è nato dal desiderio di porgere un omaggio alla bellezza che incontriamo ogni giorno nelle piazze, nelle chiese, nei paesaggi italiani - afferma Stefano Beraldo, Amministratore Delegato di OVS - Facciamo abiti, e per farli cerchiamo continuamente ispirazione. L'idea di cercare spunti creativi nelle opere d'arte ha appassionato subito il nostro team di designer. Ho chiesto al mio amico Davide Rampello la supervisione artistica, per garantire un percorso di grande qualità. Il progetto si snoderà da un lato nella realizzazione di alcuni capi la cui trama, ricamo, stampa si ispireranno ad altrettanti motivi presenti in alcune opere d'arte del nostro patrimonio. Dall'altro in una raccolta fondi destinata al restauro o alla valorizzazione di opere d'arte o monumenti, scelte tra le meno note, ma non per questo meno importanti.

Pubblico e privato devono concorrere sempre di più nella tutela del patrimonio culturale, un bene prezioso che tutti siamo chiamati a difendere e valorizzare. - dichiara Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo - Il mecenatismo culturale è un gesto di civiltà che, anche grazie all’ArtBonus, ha ora il giusto riconoscimento.

A dare una pluralità di volti alla campagna adv di Arts of Italy, scattata dal fotografo Pierpaolo Ferrari, OVS ha chiamato in qualità di Ambassador alcuni nomi noti provenienti da diversi mondi. Dalla stilista Marta Ferri, alla scrittrice Chiara Gamberale, alle attrici Eleonora Giovanardi e Margareth Madé, agli attori Silvio Muccino e Alessandro Preziosi, il critico d’arte Achille Bonito Oliva e il compositore Giovanni Allevi che dirigerà in anteprima mondiale la sua cantata sacra "Sotto lo stesso cielo" per soli, coro e orchestra, in un concerto speciale per il lancio del progetto Arts of Italy il prossimo 4 maggio all'Auditorium di Milano, portando sul palcoscenico oltre 100 musicisti.

OVS Arts of Italy si svilupperà anche attraverso un percorso parallelo che coinvolgerà il pubblico in un videocontest in collaborazione con la Fondazione Ente dello Spettacolo presieduta da don Davide Milani. Il concorso sarà aperto a tutti coloro che vorranno inviare un video capace di raccontare la bellezza e promuovere l’unicità di un’opera d’arte, un paesaggio, un dettaglio.

Il desiderio è quello di promuovere il linguaggio filmico come strumento attraverso cui i giovani siano in grado di scoprire le ricchezze culturali piccole e grandi che circondano le loro vite e spesso sono date per scontate. - spiega don Davide Milani presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo - Ovunque è possibile scovare un luogo da ammirare. Ma c’è un valore aggiunto che può dare solo chi partecipa: la storia che lo lega a un posto per lui speciale. Perché un bene diventa patrimonio culturale specie quando entra nell'esperienza e nella vita delle persone. Come la corsa con lo skateboard nella piazza del paese o il murales da cui un adolescente è partito per diventare grande. Ogni ragazzo con uno smartphone può partecipare e raccontare la “sua” bellezza italiana taggando il filmato con l'hashtag #OVSArtsOfItaly.

I primi tre classificati, decretati da una giuria di esperti tra cui anche Davide Rampello, Gaetano Pesce e Achille Bonito Oliva, riceveranno un premio in denaro e vedranno il loro cortometraggio proiettato in occasione della prossima edizione della Mostra del cinema di Venezia. Da lì nascerà poi un'operazione di crowdfunding fino alla fine dell'anno per raccogliere fondi destinati a recuperare, restaurare, valorizzare le opere raccontate nei video.

Info: www.ovs.it

 Versione stampabile




Torna