Le Fabbriche Riunite, realtà facente capo alla holding IKF, investment company milanese quotata all'Aim della Borsa Italiana, ha avviato la propria attività riportando sul mercato il prezioso know how produttivo e commerciale di Ittierre, storico colosso della moda italiana che, nei suoi anni d’oro, aveva prodotto griffe del calibro di Ferrè, Versace, Roberto Cavalli e Dolce & Gabbana.

Le Fabbriche Riunite, con sede negli storici stabilimenti di Pettoranello punta infatti a tornare a costituire un polo di eccellenza del Made in Italy nel mondo. Per raggiungere tale ambizioso obiettivo ha investito sulle persone, coinvolgendo con entusiasmo nel proprio staff progettisti, sarti, modellisti e tecnici di produzione capaci di creare collezioni di altissima qualità al servizio della creatività degli stilisti delle griffe.

Già nelle fashion week di Londra, Milano e Parigi appena concluse che hanno portato in passerella le collezioni Autunno-Inverno 2016-17 hanno sfilato i capi prodotti dalla nuova realtà simbolo dell’eccellenza italiana.

Stilisti prestigiosi e dal grande potenziale creativo come Mary Katrantzou Arthur Arbesser e piccione.piccione, hanno infatti scelto Le Fabbriche Riunite per la prototipazione ed industrializzazione delle proprie collezioni.

Nei piani della nuova proprietà Le Fabbriche Riunite non sarà solo un hub di produzione di altissimo livello qualitativo ma anche il cuore di un nuovo distretto della moda. L’Azienda infatti supporterà i talenti, le Maison emergenti e quelle già affermate con il proprio know how produttivo e distributivo al fine di consentirgli una crescita più veloce e solida che sfrutti le molte opportunità di sinergie ed ottimizzazioni.

Le Fabbriche Riunite Srl con sede operativa a Isernia nasce nel 2015, a seguito della stipula del contratto d’affitto di ramo d’azienda dell’ex Ittierre da parte di IKF, società quotata all’AIM Italia, specializzata nel rilancio di piccole e medie imprese.

Ad oggi, Le Fabbriche Riunite srl, punto di riferimento del settore tessile Made in Italy, conta su uno staff diretto di 50 persone e su un’importante rete produttiva.

IKF è la società leader in Italia nell’assunzione di partecipazioni in società, individuate nel settore delle distressed PMI, valutate come complementari rispetto alle proprie strategie imprenditoriali, da risanare, ristrutturare e integrare pienamente nelle proprie aree di business industriale e commerciale. IKF è la prima società a essere quotata, nel 2009, sul mercato delle Pmi, l’AIM (Alternative Investment Market) della Borsa italiana. IKF, con sede operativa a Milano, controlla le seguenti società: Imas Automation Srl, Sadi 1908 Srl, Semplicemente Spa (tutte attive nel settore delle macchine ad alta tecnologia), Sintesi Spa (attiva nel Forniture), Luigi Botto Spa (attiva nel settore del fashion) e Ikf Advisory srl. (preposta a definire le linee di sviluppo industriale e commerciale del gruppo). IKF ha quale strategia imprenditoriale, industriale e commerciale, quella di operare in quattro settori portanti del made in Italy: Forniture, Fashion, Food, Machinery.

Dotata di una forte propensione all’internazionalizzazione, IKF mira a rilanciare il “far bene italiano” nel mondo, puntando soprattutto sui mercati di America del Nord, Russia, Medio Oriente con particolare attenzione alla Cina.

 Versione stampabile




Torna