Ottimi i dati del primo semestre di Turismo in Slovenia. Annunciato anche il tema della prossima stagione turistica

Slovenia: "Statistics & Feelings - Emozioni in numeri"

  In viaggio tra gusto e cultura  

L’Ente del Turismo Sloveno in Italia ha comunicato che la prima metà del 2015 è stata molto positiva per il turismo in Slovenia: il numero totale dei pernottamenti è aumentato del 7% rispetto alla prima metà del 2014, per un totale di 4,1 milioni (di cui 975.000 solo nel mese di giugno); gli arrivi degli italiani sono aumentati dell’8,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un 7,4% in più di pernottamenti.

Gli ospiti provenienti dall'Italia sono al primo posto tra gli stranieri giunti in Slovenia fra gennaio e giugno 2015, seguiti da austriaci e tedeschi: Italiani - arrivi 200.500 (19,5% degli ospiti stranieri) - pernottamenti 415.000 (17% di tutti i pernottamenti effettuati da ospiti stranieri); Austriaci - arrivi 126.500 (12% degli ospiti stranieri) - pernottamenti 345.500 (14% di tutti i pernottamenti effettuati da ospiti stranieri); Tedeschi - arrivi 93.500 (9% degli ospiti stranieri) - pernottamenti 254.700 (10,5% di tutti i pernottamenti effettuati da ospiti stranieri).

Nello stesso periodo di quest’anno, le mete preferite sono state le terme (253.000 solo in giugno), seguite dal mare (244.000) e dalla montagna (228.000), mentre resta Lubiana la città di punta, con i 127.000 pernottamenti di giugno (+34%).

I dati del primo semestre di quest'anno sono entusiasmanti per noi e confermano il trend positivo del turismo in Slovenia degli ultimi anni. - ha dichiarato Gorazd Skrt, Deputy Commissioner General e Direttore dell'Ente del Turismo Sloveno in Italia - Il nostro intento è di continuare a dare il nostro meglio per far conoscere a sempre più persone, in particolare italiane, le meraviglie e le potenzialità incredibili del nostro Paese, anche da un punto di vista business, migliorandoci sempre più nell'arte dell'accoglienza per riservare a ogni persona ospite esperienze di bellezza, armonia e benessere come solo in Slovenia è possibile vivere.

Per la prossima stagione, la Slovenia mantiene le promesse fatte in Expo di meta turistica “Verde. Attiva. Sana.”, e propone percorsi turistici che si snodano lungo i flussi naturali della sua Acqua fresca, limpida e pura, tanto che è potabile e buona in qualunque parte del Paese. Non solo, ma, ovunque, è gratuita, anche nei tanti luoghi di ristoro delle città, ricche di storia, cultura e glamour, e lungo gli oltre 10.000 Km di sentieri per le escursioni.

La Slovenia, che ha una superficie di soltanto 20.000 kmq, ma vanta un totale di 28.000 km di corsi d’acqua e più di 1300 laghi, alcuni dei quali sotterranei. È tra le più ricche d’Europa per la quantità di acque fluviali per abitante e un quinto della costa adriatica di sua pertinenza (come più di un terzo dell'intera Slovenia) è riserva naturale protetta nel quadro del progetto Natura 2000, la rete europea delle aree protette di particolare valore, scelte dai paesi membri dell'Unione Europea per essere difese per la loro biodiversità, importante per tutto il vecchio continente.

Scoprire la Slovenia e la sua acqua, è dunque un invito a scoprire luoghi incontaminati, autentici e straordinari di onirica bellezza, ideali per portare nella realtà la propria vacanza da sogno:

Relax e Benessere alle fonti di acqua termale - quella della Slovenia è una tradizione termale di oltre 600 anni. Nel Paese si contano 87 sorgenti termali naturali (la cui acqua che sgorga in superficie ha una temperatura fra i 32 e i 73° C.), 15 centri di cura naturali, 2 acque minerali famose in tutto il mondo e più di 47.000 mq di bagni e piscine coperte e scoperte. I tanti centri termali all’avanguardia in cui è possibile soggiornare offrono trattamenti sia preventivi, sia curativi di diversi disturbi, a seconda delle qualità specifiche delle acque che variano da regione a regione.

Attività sportive a contatto con la natura incontaminata - dagli sport acquatici sui tanti fiumi e laghi e al mare, passando per escursioni in bici o a piedi lungo i magnifici corsi d’acqua sloveni, fino all’alpinismo che sfiora i ghiacciai delle vette più alte della Slovenia e allo sci sulle nevi dei versanti più dolci - ricchi di sorgenti alpine e cascate - il Paese offre tantissime, imperdibili opportunità per ogni talento e inclinazione sportiva e naturalistica, di ogni livello, da cui ritemprarsi con le specialità eno-gastronomiche di cui è ricca ogni regione.

Avventure sotterranee - in Slovenia, dove l’acqua scava nei segreti della terra, sono stati ritrovati preziosi tesori naturali e storici custoditi nelle sue celebri grotte carsiche ipogee. Sono oltre 10.000 quelle conosciute e disseminate su metà del territorio nazionale, ma solo 22 sono accessibili ai turisti. Alcune sono tutto’oggi dimora del piccolo proteo (detto “baby drago”), altre ospitano laghi sotterranei ma tutte offrono spettacoli naturali mozzafiato creati dall’acqua nel corso dei secoli ed emozioni indimenticabili.

Come anticipato l'acqua è uno degli elementi proposti nel Padiglione della Slovenia all’esposizione Expo Milano 2015, che, grazie alla realizzazione concettualmente di SoNo arhitekti d.o.o e costruito da Lumar IG d.o.o, ha la forma di una piramide posta su una superficie geometrica dinamica che ricorda la configurazione vivace del terreno sloveno, dalle montagne alpine alle pianure pannoniche, fino ai colli del Mediterraneo e alle aree coltivate, sotto le quali si nasconde uno straordinario labirinto composto da grotte carsiche ornate da stupendi stalattiti e stalagmiti. Il padiglione è costruito con l’ausilio di materiali naturali, come il legno e il vetro.

La storia “5 chicchi di grano saraceno per mantenere la Slovenia VERDE, ATTIVA e SANA” viene presentata ai visitatori del padiglione sloveno in modo interattivo e con l’ausilio di elementi multimediali. Il percorso di visita del padiglione sloveno, infatti, promuove la consapevolezza che anche attraverso dei piccoli passi possiamo fare qualcosa di buono per noi stessi, per la Slovenia, per il pianeta. Per questo sarete ricompensati con cinque chicchi di grano saraceno che rappresentano i cinque sensi racchiusi nello slogan dello stato “I feel Slovenia”. Il grano saraceno, tradizionalmente presente nell’area slovena, è un prodotto della terra straordinariamente salutare e utile per l’uomo, l’agricoltore, le api.

La Slovenia, dunque, è presentata attraverso cinque temi: le saline, le api, l’acqua termale & minerale, l’escursionismo & il trekking e il progetto di misurazione del nero di carbonio.

Il sale - Il sale migliora notevolmente il gusto dei cibi. Il sale di Pirano, non macinato e non raffinato, è il dono del mare che viene raccolto ogni giorno tra gli argini antichi delle saline che si trovano al centro dell’area protetta del Parco naturale. Le saline slovene sono fra le poche nel mondo in cui il processo di produzione del sale è ancora manuale, nel modo tradizionale del Trecento. A causa della base bio-sedimentaria il sale di Pirano è l’unico sale in Europa naturalmente bianco e dolce. I campi ‘’ dell’oro bianco’’ nascondono anche il fiore di sale, che è il sale vergine, raccolto a mano, e che racchiude il più elementare sapore del mare con tutti i minerali. Il fior di sale per la sua qualità supera anche ‘’la fleur de sel’’, tanto pregiato nel mondo. Nel passato il sale era una merce di importanza strategica, oggi invece in Slovenia fa parte della storia della gastronomia, della cosmesi e dell’ecoturismo. La più recente novità è il wellness tra i campi del sale con gli effetti benefici del fango salino e dell’acqua salata marina.

Le api - L’apicoltura in Slovenia è il modo di vivere e le api, come simbolo di un pianeta sano, godono tra gli sloveni una particolare considerazione. Di origine slovena è l’autoctona specie di ape, chiamata kranjska sivka (l’ape carniolana) che è la seconda specie d’ape più diffusa nel mondo, presente in tutti i continenti. In nessun’altra parte del mondo si costruiscono per le api ‘’ case’’ tanto eleganti come possiamo dirlo degli apiari con le dipinte “panjske končnice” (le tipiche arnie decorate). In Slovenia ce ne sono più di 10.000 e sono una curiosità di livello mondiale. Grazie al loro lavoro innovativo al livello mondiale, gli apicoltori sloveni fanno da pionieri dell’offerta nel turismo rispettoso delle api. Negli apiari sloveni potete rilassare il corpo e la mente sentendo il ronzio delle api, inspirando l’aerosol e godendo del massaggio con il miele.

L’escursionismo e il ciclismo - L’alimentazione sana e il muoversi fanno parte dello stile di vita sano. La Slovenia, come il Paese delle vacanze verdi, offre tante occasioni per le attività diverse in tutte le stagioni dell’anno. L’escursionismo ed il ciclismo sono due modi per scoprire la varietà del territorio sloveno, dando nello stesso tempo anche l’ispirazione a molti sportivi che ottengono risultati eccellenti. Così la Slovenia per il numero di medaglie pro capite si colloca tra i Paesi di più grande successo nel mondo, sia alle olimpiadi invernali che estive. Siete invitati a liberare il vostro spirito adrenalinico pedalando per il labirinto delle gallerie sotterranee della miniera abbandonata sotto la montagna di Peca, scoprendo milioni di anni di storia nelle grotte di Postumia - le più note grotte turistiche nel mondo, cavalcando sul bianco cavallo lipizzano di razza autoctona slovena e vivendo il rafting e il canyoning nelle acque smeralde dell’Isonzo - uno dei più bei fiumi europei …

Le acque termali e minerali - La Slovenia è il paese delle acque benefiche. L’acqua non è soltanto sana e potabile, noi imbottigliamo l’acqua minerale più ricca di magnesio nel mondo. In Slovenia le acque significano anche una fonte di esperienze poiché qui ci sono 87 sorgenti termali naturali, tra cui c’è anche l’acqua termale nera, nota come ‘’l’oro nero’’ e rappresenta un fenomeno particolare nel mondo. Il termalismo e il rilassamento nei centri di benessere sono le forme di vacanze più amate in Slovenia.

Il carbonio nero - In Slovenia siamo coscienti dell’importanza dello sviluppo sostenibile e delle tecnologie verdi per mantenere un futuro verde del nostro pianeta. A questo scopo all’Expo Milano 2015 presenteremo i risultati del progetto »Adventure for Science«. Il migliore pilota mondiale del 2013 Matevž Lenarčič, aiutandosi dell’aereo innovativo ultraleggero ad altissima tecnologia, frutto del lavoro e delle conoscenze dell’azienda slovena Pipistrel e usando l’apparecchio di misurazione anch’esso prodotto in Slovenia, ha misurato la concentrazione del carbonio nero nell’atmosfera che insieme al CO2 rappresenta la più grande causa del riscaldamento globale. Però, il carbonio nero in forma di particelle solide può essere eliminato dall’ambiente efficacemente e a basso costo. In questo viaggio Lenarčič ha fatto 91.000 km ed ha sorvolato tutti i sette continenti, tre oceani e 60 Paesi in 369 ore che è un risultato straordinario al livello internazionale ed ha effettuato le misurazioni dell’inquinamento anche al Polo nord, tanto distante e difficilmente accessibile.

Info: www.exposlovenia.si

G. Scotti

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
  • img6
  • img7
  • img8
 Versione stampabile




Torna