Mercoledì 22 aprile, a Milano, presso la Taverna del Verziere, in via Marziale 11, è stata presentata la prima edizione del Crema Jazz Art Festival, organizzato dall’associazione culturale Non Solo Jazz in collaborazione con il Comune di Crema, che si svolgerà dal 1° al 5 luglio 2015, con la direzione artistica del Maestro Giovanni Mazzarino.

Per 5 giorni la città di Crema ospiterà non solo concerti al Museo Civico di Crema e del Cremasco, con il suo pittoresco chiostro, e al Cremarena, ma anche workshop, aperitivi musicali, street parade, jazz lunch e mostre, ma l’atmosfera jazz si potrà respirare nell’intera città.

Si comincia il 1° luglio con una Master Class, “La Musica d’Insieme”, a cura di Giovanni Mazzarino, un corso di alta specializzazione a numero chiuso che si concluderà domenica 5 luglio con un concerto di tutti i musicisti che vi hanno partecipato.

Da giovedì 2 a sabato 4 luglio si svolgerà la conferenza , aperta a tutti, “Il Jazz … che storia” , tenuta dal critico musicale Maurizio Franco , sulla storia del Jazz, nato agli inizi del ‘900 ed oggi dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La sera si alterneranno concerti d’eccezione con grandi protagonisti del panorama jazz: i giovanissimi fratelli Giovanni e Matteo Cutello , strepitosi talenti, che, per l’occasione saranno accompagnati dal trio Urban Fabula (venerdì 3 luglio); Fabio Concato (sabato 4 luglio, unico appuntamento a pagamento, 20/25 euro)) e gran finale con il con certo a due pianoforti “Improvvisamente ”, a cura dei Maestri Enrico Intra e Giovanni Mazzarino (domenica 5 luglio) .

Tra gli altri appuntamenti in programma segnaliamo anche la Dixieland Street Parade, che sfilerà tra le strade di Crema facendo respirare il sapore e ascoltare le sonorità della New Orleans agli albori del jazz; gli Open Space for Singers, aperitivi in concerto a cura della jazz singer Cinzia Roncelli , dove si alterneranno ‘studenti leader’, artisti emergenti accuratamente selezionati; la presentazione del nuovo album “ Per Inciso ” della vocalist Valentina Gramazio, in concomitanza alla mostra dell’incisore Paola Maestroni che espone suggestive illustrazioni ispirate al disco; le mostre “Jazz in Love” dell’artista cremasco Lorenzo D’Andrea con tele dedicate ai grandi musicisti che hanno scritto la storia del jazz e “In-Chiostro di Jazz ” a cura della calligrafa veronese Laura Toffaletti; le jazz lunch, cene accompagnate da sonorità jazz intriganti.

Perché Jazz Art? Il Jazz è l’arte dell’incontro tra popoli, culture e linguaggi diversi. - chiosa il Maestro Giovanni Mazzarino - A Crema si rinnoverà questo incontro grazie a un format innovativo di Festival, fortemente appoggiato da un’amministrazione che ha colto le potenzialità e il valore di questo straordinario movimento culturale che è il Jazz, un social network “ante litteram”.

Il Crema Jazz Art Festival fa parte integrante del pro getto “Extraordinary Crema” , che propone molteplici per corsi tematici tra cultura, gastronomia, arte, sport e natura , inserendosi alla perfezione nel tema trainante di Expo, con lo scopo di valorizzare le peculiarità di questa incantevole città nel cuore della Pianura Padana a pochi chilometri da Milano. Oltre a promuovere l’interesse per la musica e l’arte in senso più ampio , il Festival si prefigge così di coinvolgere il territorio attraverso una manifestazione dal carattere fortemente indentitario, creando frizzanti e piacevoli occasioni di incontro e scoperta.

Giovanni Scotti

 Versione stampabile




Torna