Ritorna ad Orvieto, come ogni anno dal 1993, il tradizionale festival invernale di musica Umbria Jazz. Una novità per questa edizione sarà la durata del Festival: un giorno in più rispetto gli ultimi anni, dal 27 dicembre al 1° gennaio. Sei giorni di musica di qualità con il valore aggiunto di un'ambientazione unica: il centro storico di una delle più belle e affascinanti città dell'Umbria.

Il cartellone di quest'anno è stato presentato in una affollata conferenza stampa il 18 novembre, alla presenza di un padrino d’eccezione come Renzo Arbore, noto appassionato di musica jazz.

La formula viene confermata, nei suoi aspetti essenziali e quindi: musica a 360 gradi: jazz, blues, gospel, soul a ogni ora del giorno fino a tardissima notte.

Molti i nomi importanti in programma: Joe Lovano, Chris Potter, Anat Cohen, Dovell Crawford, Jonathan Batiste, Paolo Fresu, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Chiara Civello, Nicola Conte, Tullio De Piscopo, Giovanni Guidi e i Quintorigo.

Location d'eccezione come da tradizione, il magnifico Duomo, progettato da Lorenzo Maitani e realizzato tra il Trecento e il Cinquecento, che farà da cornice, nel pomeriggio di Capodanno alla Messa della Pace impreziosita dalla presenza della musica gospel.

I concerti serali si svolgono al Teatro Mancinelli, inaugurato nel 1886, sintesi dei principali caratteri dell'architettura orvietana, al Palazzo del Popolo, realizzato in pietra basaltica e tufo, descritto la prima volta nel Duecento, al Palazzo dei Sette, eretto a cavallo del Trecento, caratterizzato da volte e archi possenti e affiancato dalla pregevole Torre del Papa.

Suggestivo anche il Ristorante San Francesco, situato in un edificio che ospitò nel 1200 un convento francescano, location del gran cenone di fine anno la notte del 31 dicembre a suon di jazz e sede ideale dei jazz lunch e dinner.

Il 1° gennaio 2015 infine, alle ore 21.30, avrà luogo, presso il Teatro Mancinelli la premiazione della trentunesima edizione del "Top Jazz", l'annuale referendum indetto dal mensile specializzato Musica Jazz.

Fin dal 1982 il "Top Jazz" interpella i maggiori esponenti della critica italiana, chiedendo loro di fornire un quadro d'assieme dell'annata jazzistica appena trascorsa. Il referendum in passato dedicato esclusivamente al jazz italiano, per volontà della direzione della rivista è tornato per così dire all'antico, riaprendo il sondaggio anche al jazz internazionale.

Ai critici interpellati è stato richiesto di esprimere le loro preferenze in cinque categorie: Disco dell'anno, Musicista dell'anno, Gruppo dell'anno, Nuovo talento e Ristampa dell'anno.

Umbria jazz ha come sede principale il Teatro Mancinelli, Corso Cavour 122, Orvieto.

I concerti nel teatro avranno luogo a partire dal 23 ottobre dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00, aperto 22/23/24 dicembre, chiuso 25/26 dicembre, dal 27 dicembre aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Prevendite on-line: www.teatromancinelli.com o www.umbriajazz.com.

Costo dei biglietti variabile tra € 10 e 30, secondo il giorno ed il posto.

Altri eventi della manifestazione saranno ospitati presso la sala Expo e la sala dei 400 del Palazzo del Popolo. Tra un concerto e l’altro gli ospiti potranno trovare ristoro all’Altarocca Wine Resort info@altaroccawineresort.com , dove avrà luogo il gran cenone di fine anno al prezzo di € 120, al ristorante Al San Francesco info@cramst.it che offre diverse formule per pranzo, cena e cenone di fine anno, e al Palazzo dei Sette info@cramst.it con bar, snacks ed enoteca.

Per ulteriori informazioni info@umbriajazzwinter.it.

Ugo Dell’Arciprete

 Versione stampabile




Torna