Dal 4 luglio, in Val di Fassa, quasi al confine con le province di Bolzano a nord e Belluno a est, è in corso la prima edizione di “Fassa Fuori Menù”, l’innovativa rassegna gastronomica, che fa uscire dalle loro cucine e mette in gioco alcuni dei migliori talenti culinari di Fassa in performance culinarie tra piazze, boschi e pascoli per far conoscere e degustare le peculiarità della gastronomia valligiana: formaggi, salumi, ortaggi, miele e tanto altro ancora. La manifestazione si propone di valorizzare, insieme agli alimenti locali d’eccellenza, anche graziose piazze di borghi montani, sentieri boschivi ai piedi di vette leggendarie, prati verdi di malga ed un pizzico di “onde dolomitiche”, accompagnando il tutto con ottimi vini trentini.

Nel corso della manifestazione vengono proposte etichette di Trentodoc, espressione diretta della terra che lo produce: il Trentino è un territorio piccolo, ma con una grande varietà climatica, che spazia dal Garda alle Dolomiti, lo straordinario monumento naturale che nel giugno 2009 è stato iscritto nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Il festival della cucina ladina, articolato in quattro tappe, è stato organizzato dall’Azienda per il Turismo della Val di Fassa con l’official partner tecnico Electrolux Professional e in collaborazione con i Comitati manifestazioni di Canazei e Vigo, il Consorzio Perla Alpina di Moena e la Società Incremento Turistico Canazei (Sitc).

A “Fassa Fuori Menù” partecipano gli stellati Michelin Paolo Donei (Malga Panna, Moena) e Stefano Ghetta (L Chimpl da Tamion, Vigo), i segnalati dalle più rinomate guide gastronomiche Martino Rossi (Rifugio Fuchiade, Soraga) e Nicola Vian (El Filò, Pozza), il sostenitore dei cibi “active” Paolo Pellegrin (Active Hotel Olympic, Vigo), gli esperti di raffinate suggestioni culinarie Alessandro Iori (Hotel Rita Canazei) e Moreno Valentini (De Tofi - Hotel Astoria, Canazei), il cultore dei piatti di “Osteria Tipica Trentina” Rudi Flaim (El Pael, Canazei), il fantasista Paolo Naccari (La Montanara, Canazei) e Renato Prandi (Snow Thrill, Passo S. Pellegrino).

Il festival ha preso le mosse da Canazei, il più importante dei 18 comuni che formano la Ladinia, situato all'estremità settentrionale della Val di Fassa, internazionalmente nota per il turismo invernale (sci di discesa e scialpinismo) e per quello estivo (escursionismo, alpinismo),

Il 4 luglio, in Piazza Marconi a Canazei, si è svolto lo "Show cooking d’inaugurazione" del festival gastronomico, in concomitanza con l’apertura della manifestazione "Te anter i Tobié".

Il 7 agosto, da Santa Giuliana a Vallonga, Larcionè e Vigo, si sarebbe dovuto svolgere il secondo evento "Sentiero goloso", un percorso naturalistico-gastronomico tra prati e i boschi dei dintorni del paese, che, purtroppo, è stato annullato a causa del maltempo.

Il 28 agosto, da Ronchi a Colvere (Moena), si è svolto "Picnic gourmet", escursione guidata con degustazione finale a Baita Colvere, all’Alpe di Lusia:

Il prossimo 14 settembre, ore 20.00, a Canazei, presso il centro acquatico “Dòlaondes” (Canazei), si svolgerà, a bordo piscina, con la "Cena di gala", la serata conclusiva della rassegna gastronomica (prenotazione obbligatoria, entro le ore 18 del 12 settembre all’Ufficio Turistico di Canazei, costo 70 euro). La cucina sarà a vista per poter ammirare gli chef all’opera, mentre nell’aria risuoneranno le note classiche e jazz di giovani musicisti valligiani.

La serata può essere l’occasione, per chi ancora non lo conosce, di visitare la suggestiva location del Centro Acquatico Dòlaondes di Canazei, il cui nome (dal ladino "Segui le onde"), richiama il movimento dell’acqua e ribadisce il legame tra questa preziosa risorsa e i luoghi della Val di Fassa. Nel cuore delle Dolomiti, un tempo ricoperte dal mare primordiale, è rinato, così, un nuovo scrigno in cui l’acqua è l’assoluta protagonista, grazie al progetto finanziato dalla Società Incremento Turistico Canazei (Sitc) e realizzato dall’architetto Ralf Dejaco di Bressanone.. Su una superficie complessiva di 2.400 mq., il centro acquatico di Canazei "Dòlaondes" è articolato in quattro aree tematiche che identificano le attività da poter svolgere: "Water & Fun", che comprende cinque piscine, dove grandi e piccini possono sbizzarrirsi; "Eghes Wellness", il benessere in tutto il suo comprovato percorso; "Sport & Fitness", la palestra d’avanguardia per l'allenamento indoor; "Eat & Drink", dove ci si può ristorare dopo un’intensa giornata di attività e relax nell’acqua.

Dove dormire a Canazei:

Hotel Astoria, 4 stelle - Una "Casa" che vanta mezzo secolo di tradizione alberghiera, una cucina che soddisfa qualsiasi esigenza, camere moderne e confortevoli, il nuovissimo "Centro Benessere" con piscina, idromassaggio e private spa. L'Hotel Astoria fa parte del circuito Dolomiti Walking Hotels.

Info: www.hotel-astoria.net

Dove mangiare a Canazei:

El Pael (il paiolo per la polenta), che propone piatti tipici della tradizione preparati con i migliori prodotti del Trentino. Arredo in stile di montagna, atmosfera rilassante e di sicura accoglienza, piccoli dettagli di antiquariato che evocano la tradizione ed il lavoro degli anni ormai passati. La famiglia si occupa di accoglienza turistica da più di 50 anni. Dal 2003 il locale ha ottenuto il marchio di Qualità della Provincia di Trento di “Osteria Tipica Trentina”, che certifica il meglio della tradizione enogastronomica trentina.

Info: www.elpael.com.

Info: Azienda per il Turismo della Val di Fassa - Piazza G. Marconi 5, 38032, Canazei - tel +390462609612 - fax +39 0462 602074 - www.fassa.com.

Giovanni Scotti

  • img1
  • img2
  • img3
  • img4
  • img5
 Versione stampabile




Torna