Il 18 maggio al castello di San Salvatore di Susegana (TV) si è svolta la diciassettesima edizione di “Vino in Villa”, il Festival Internazionale del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, che ha dimostrato ancora una volta di essere il teatro ideale per la promozione del territorio che si estende tra Conegliano e Valdobbiadene, candidato a Patrimonio Unescoh. Il festival ha alzato il sipario su una realtà che registra una costante . crescita, sia dentro che fuori i confini nazionali. La denominazione, infatti, ha raggiunto nel 2013 un valore stimato al consumo di circa 500 milioni di euro e un +5,3% in volume rispetto al 2012.

Secondo i dati dell’indagine, operata dal Centro Studi del Consorzio di Tutela, il Conegliano Valdobbiadene spumante Superiore Docg ha avuto, nel 2013, un incremento a valore pari al 6,5% rispetto al 2012 per un totale di 66,5 milioni di bottiglie (+6%). A confermare come questo spumante sia l’emblema dello stile italiano ci sono i dati nazionali con un +11,7% a valore e un +10,3% a volume rispetto al 2012. Si consolida anche l’export con un 1% in più a volume. Lo spumante Docg più amato dagli italiani evidenzia una crescita pari al 6% in volume in Svizzera. Significativi anche i dati in Regno Unito, con un +13,3% a valore e un +5,1% a volume e negli Stati Uniti con un +13,7% in valore e un +17,6% in volume. Percentuali positive anche negli altri Paesi europei (Est Europa, Francia, Spagna, etc) dove il valore sale del 21,8%.

A conferma di ciò la presenza di un pubblico di turisti espressamente giunti da oltre confine.

Se facciamo 100 i 72,3 milioni di euro di bottiglie del 2013, sono 5 quelle vendute in più rispetto al 2012. Di queste 5, sono 4 quelle consumate in Italia e una all’estero. - afferma Innocente Nardi, presidente del Consorzio di Tutela - Questo conferma che continuiamo a crescere oltre confine affermandoci sempre più come prodotto di valore per i consumatori italiani.

I dati di questi primi mesi fanno ben sperare anche per il 2014.

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore - spiega Giancarlo Gramatica, Client Service Director di Iri - continua la sua crescita di vendite in Distribuzione Moderna, già registrata costantemente, negli ultimi anni anche nel semestre ottobre 2013 - marzo 2014. Tale incremento è particolarmente significativo in quanto il semestre è privo del contributo delle vendite della festività pasquale che nel 2014 è avvenuta ad aprile mentre nel 2013 si collocava a fine marzo.

Gli intervenuti a “Vino in Villa” hanno potuto conoscere di persona i produttori e la loro filosofia in un banco d’assaggio con circa 300 etichette di realtà diverse, dalla grande casa spumantistica alla piccola azienda ed assaggiare i “Menù di Vino in Villa”, proposti nei ristoranti che hanno aderito all’iniziativa, con un perfetto abbinamento tra le bollicine di questa denominazione e i prodotti tipici della cucina veneta.

La manifestazione, infatti, si è spinta anche oltre le mura del castello di San Salvatore, una delle strutture fortificate più interessanti della regione. Sabato 17 e domenica 18 maggio, turisti e amanti dell’enologia hanno potuto visitare il territorio e, in particolare, le 43 Rive, che indicano altrettante espressioni territoriali dove le pendenze e le altimetrie danno origine a sensibili sfumature organolettiche nei vini. Luoghi che non rappresentano solo un Cru, ma sono anche vere e proprie opere d’arte, nate dall’incontro tra la natura e il lavoro dell’uomo.

A Conegliano, nel Palazzo Sarcinelli, fino all’8 giugno si possono ammirare le 25 opere in esposizione nella mostra “Un Cinquecento inquieto”, organizzata da Civita Tre Venezie, ed un’altra decina di altre opere, distribuite tra Conegliano e dintorni, opportunamente segnalate Info: Consorzio per la Tutela del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene - Tel. +393478989027 - www.prosecco.it - vinoinvilla@prosecco.it; www.prosecco.it/it/enoturismo/visit_cv.php; www.uncinquecentoinquieto.it; www.coneglianovaldobbiadene.it.

 Versione stampabile




Torna