Da Hannover alla scoperta di Celle, Hildesheim, Hameln e Goslar.

Le vaste brughiere del Luneburgo e i fitti boschi dell’Harz, dune spazzate dal vento sul mare del Nord e campagne costellate di mulini caratterizzano i paesaggi della Bassa Sassonia, nel nord della Germania. Esperienza di territori e di natura incontaminata, un viaggio nella Bassa Sassonia porta anche alla scoperta di deliziose città, testimonianze di un ricco passato. Arrivando ad Hannover con Germanwings, può bastare un week-end per visitare le affascinanti Goslar, Hameln, Hildesheim e Celle, raccolte attorno al capoluogo della regione e da qui facilmente raggiungibili con l’auto o il treno. Antiche mura, torri medievali, fiabe e leggende, castelli e monasteri invitano a conoscere un passato ricco e avventuroso, che ancora vive nelle tradizioni tramandate in questi luoghi.

Hannover – C’è tutto un mondo da scoprire tra siti UNESCO e luoghi da favola. Un viaggio alla scoperta di Hannover, capoluogo della Bassa Sassonia, e della regione circostante si rivela un itinerario ricco di piacevoli sorprese. Punto di partenza ideale del tour, Hannover è città in perfetta armonia tra tradizione e modernità, ricca di verde, specchi e corsi d’acqua (www.hannover-tourism.de). Tutte intorno ad Hannover, sorgono incantevoli cittadine storiche e anche due patrimoni UNESCO. Raggiungerle è facile, grazie agli ottimi collegamenti fra le varie località e alle brevi distanze, percorribili sia in macchina che in treno.

Hannover – Celle (45 chilometri) - Tutta raccolta in un centro storico costituito da edifici a graticcio e dal castello ducale, Celle è una deliziosa cittadina ai margini della brughiera di Luneburgo e a pochi chilometri a nord di Hannover. La sua fama è legata all’architettura a graticcio delle case storiche (ce ne sono più di 500), risalenti al periodo dal Quattrocento al Seicento. Passeggiando tra le piazze e i vicoli del centro, non sono solo le case sfarzosamente decorate ad attirare l’attenzione. Il titolo di attrazione più curiosa di Celle va senz’altro alle Lanterne parlanti, un gruppo di 5 lanterne che raccontano ai passanti la storia e gli aneddoti più divertenti legati alla cittadina. Per ascoltarne i racconti o la canzone della buonanotte prima della pausa notturna, basta posizionarsi al centro del gruppo. (www.region-celle.de)

Hannover – Hildesheim (34 chilometri) - Poco a sud di Hannover si incontra Hildesheim, storica cittadina dai due vanti, entrambi sotto tutela dell’UNESCO: la chiesa di San Michele e il duomo di Santa Maria, una delle basiliche più antiche della Germania. La chiesa di San Michele, che festeggia quest’anno mille anni dalla sua fondazione con una serie di eventi culturali e concerti, è un capolavoro dell’arte medievale. La chiesa è un simbolo di Hildesheim, proprio come il rosaio millenario adiacente all’abside del duomo di Santa Maria che, secondo la leggenda, è strettamente legato alla nascita della città. All’interno della basilica, il soffitto in legno dipinto è un vero gioiello, pregevole e affascinante testimonianza della straordinaria pittura romanica. Per trovare i due siti UNESCO di Hildesheim e gli altri gioielli architettonici della cittadina – come la Piazza del Mercato su cui si affaccia quella che pare essere la casa a graticcio più bella del mondo – è facile: basta seguire le rose bianche dipinte sul selciato del centro storico (www.hildesheim.de/tourismus).

Hannover – Hameln (45 chilometri) - Dal patrimonio dell’umanità alla Strada delle Fiabe il passo è breve. Sempre a sud di Hannover si trova Hameln, la città del Pifferaio Magico, una delle tappe più famose dell’itinerario dedicato ai personaggi delle storie dei fratelli Grimm. Diventata famosa in tutto il mondo grazie alla leggenda del Pifferaio magico, Hameln vanta un centro storico fatto di eleganti case a graticcio e in pietra arenaria. Per vivere in pieno lo spirito della città e incontrare di persona il suo cittadino più famoso, basta prenotare una visita guidata a tema presso l’ufficio del turismo della città o trovarsi alle 12.00 di una domenica fino al 12 settembre nei giardini Bürgergarten. In occasione delle rappresentazioni “Rattenfänger-Freilichtspiele” Hameln si trasforma in un teatro all’aperto dove è di scena la fiaba del Pifferaio Magico (www.hameln.de/tourismus).

Hannover – Goslar (90 chilometri) - È immersa in un vero e proprio paradiso naturale fatto di prati e laghi di montagna, boschi di abeti e valli, la cittadina di Goslar, l’altra perla UNESCO della Bassa Sassonia, il cui profilo è disegnato da imponenti torri, numerose chiese e pittoresche case a graticcio. Appena fuori città si incontra la miniera Rammelsberg, che con la sua ricchezza di vene argentifere e di rame è stata determinante per la storia e lo sviluppo nei secoli di Goslar. Il giacimento metallifero, chiuso nel 1988, è oggi un museo che documenta 1.000 anni di storia dell’industria mineraria e, insieme al centro storico straordinariamente ben conservato e al palazzo imperiale in stile romanico, si fregia dell’iscrizione dal 1992 nella lista UNESCO.

Per maggiori informazioni sull’offerta turistica della Bassa Sassonia: www.reiseland-niedersachsen.de.

 Versione stampabile




Torna