La mostra si può visitare fino al 30 dicembre alla Triennale di Milano

“Abitare con il rame 2007”: quarta edizione

  Cultura e Spettacoli  

La rassegna promossa dallIstituto Italiano del Rame, associazione senza scopo di lucro, che prosegue nella sua mission che, dal 1971, la vede impegnata nella promozione e nello sviluppo di expertise e competenze nellimpiego del rame e delle sue leghe, e da European Copper Institute.

Curata da Riccardo Giovanetti, giunta questanno alla sua quarta edizione e diventata un punto di riferimento per designer, architetti e aziende, la rassegna si propone come occasione di incontro tra mondo del progetto e mondo della produzione, un progetto strategico volto a promuovere una cultura del rame attraverso laffascinante ricerca sulle sue potenzialit espressive e tecniche.

Le caratteristiche di duttilit, malleabilit, plasticit, ottima conduttivit elettrica e termica, infatti, aprono ai designer infinite possibilit di confrontarsi con i suoi molteplici utilizzi allinterno dello spazio abitativo.

Dopo Luce e Calore 2004 e Acqua e Cibo 2005, il tema della edizione 2007 ruota attorno ad un binomio inscindibile, Materia e Colore: tra il ruolo materico e quello cromatico, inconfondibile ai nostri occhi, si instaura un dialogo che d vita a soluzioni decorative sempre nuove.

La mostra parte da questa doppia dimensione del materiale, per compiere unaffascinante esplorazione rispetto alle potenzialit estetiche e funzionali che il rame e le leghe da esso derivate, offrono nellambito della casa.

Un percorso di ricerca che ha coinvolto negli ultimi due anni alcuni dei pi interessanti designers sulla scena internazionale, che si sono confrontati con le potenzialit espressive del materiale e le possibilit tecnologiche offerte dalle aziende coinvolte nel progetto.­

Da questo dialogo tra produzione e progetto sono nati una serie di nuovi prodotti e utilizzi che esplorano, in particolare, il mondo degli oggetti di arredo e quello delle superfici per il rivestimento degli spazi domestici.

Materiali e colori diversi concorrono a definire una collezione di oggetti che fondono insieme la variet culturale e le diverse poetiche dei progettisti, un mix creativo di nuove soluzioni che rappresentano un importante contributo alla continua evoluzione del materiale ed alle sue prospettive future.

Le aziende espositrici sono: Artecnica (oggettistica e complementi darredo), Covo (oggettistica e complementi darredo), Fielitz (semilavorati in metallo e rame), FSB (produzione maniglie), Guerra (oggettistica e complementi darredo in rame), Kme Italy (materiali e rivestimenti in leghe di rame), Onepercent (oggettistica e complementi darredo).

Questanno levento gode di una risonanza eccezionale, grazie alla partecipazione di nomi di riconosciuta fama a livello internazionale: Bassam & Fellows, Tord Boontje, Susan Bradley, Lorenzo Damiani, Riccardo Giovanetti, Eli Gutierrez, Mikko Laakkonen, Nendo, Satyendra Pakhal, Voon Wong & Benson Saw, che firmano gli oggetti in mostra, favorendo lincontro di linguaggi eterogenei, caratterizzati da poetiche e percorsi professionali estremamente diversi, ma proprio per questo fonte di un mix creativo inedito.

Cornice dellevento lo Spazio Material ConneXion, centro di documentazione e ricerca su materiali innovativi, con sedi a New York, Colonia e Bangkok, oltre che a Milano, allinterno della Triennale di Milano. Dal 1997 ha raccolto oltre 4000 prodotti, provenienti da tutto il mondo, suddivisi in 8 categorie: polimeri, vetri, ceramici, a base di carbonio, a base di cemento, metalli, materiali naturali e loro derivati.

Questanno si svolta anche la prima edizione del concorso Il Rame e la Casa, premio destinato alla miglior ideazione e progettazione di oggetti in rame e sue leghe, aperto a giovani architetti, designer e studenti iscritti a scuole superiori di grafica, arredamento, design e facolt di architettura, coordinati da un docente del corso.

La giuria del concorso, organizzato dallIstituto Italiano del Rame, formata da Alba Cappellieri, Manuela Cifarelli, Riccardo Giovanetti, Cristina Morozzi e Marco Romanelli, ha scelto, tra le numerose proposte, due progetti per la categoria professionisti: il primo premio stato assegnato a Francesca Cuicchio studio Internoseidesign - per il progetto Zzz. Oggetti contro la diffusione e lo sviluppo della zanzara tigre, mentre il secondo andato a Francesco Antonino per il progetto RameCottoRosso. Unapplicazione.

Nessuna premiazione allinterno della categoria studenti, ma una menzione speciale per lo studente del Politecnico di Milano Alberto Pancotti, per la progettazione della lampada in tubi di rame Anemone.

Questi progetti sono stati apprezzati per le modalit inedite di impiego del materiale e la ricerca effettuata a monte sulle molteplici propriet del rame, facendo del concorso Il rame e la casa un importante portavoce dei valori sui quali lIstituto Italiano del Rame ha basato la propria filosofia.

GS

 Versione stampabile




Torna